domenica 23 ottobre 2022

Forlì 26 - 29 ottobre 2022 - 900fest – Festival di Storia del Novecento

«Qual è la vera storia della marcia su Roma? Perché l’Italia è rimasta passiva e impotente dinanzi all’ascesa del fascismo e alla radicalizzazione dei suoi giovani? In occasione del centenario della marcia su Roma, l’opera getta una nuova luce su questo evento»: Valentino Misino, autore di Operazione: marcia su Roma (2022, 52’), introduce il docufilm che sarà presentato mercoledì 26 ottobre alle ore 15 a Palazzo Romagnoli, a Forlì «Roma, 31 ottobre 1922. Le camicie nere di Mussolini marciano per le strade della città. Tra queste: Ernesto Alvino, giovane corrispondente della città di Lecce per il giornale fascista Il Popolo d’Italia, e Ines Donati, attivista e studentessa d’arte. Entrambi hanno vent’anni. Il loro ideale rivoluzionario ha appena trionfato: il fascismo, infatti, ha occupato Roma con la forza. Eppure, appena tre giorni prima, queste stesse camicie nere attendevano impotenti sotto la pioggia, bloccate alle porte chiuse della capitale, mentre Benito Mussolini otteneva l’incarico di Primo Ministro grazie ad un’abile negoziazione politica, condotta dietro le quinte».Dai cent’anni della Marcia su Roma al mondo dopo l’Ucraina: tre docufilm in prima nazionale, al 900fest
In arrivo a Forlì, a corollario del ricco calendario di incontri con autorevoli studiosi italiani e internazionali a partire dal titolo-tema Fascismi e internazionalismo democratico, le opere filmiche di Valentino Misino e di Serhiy Bukovsky. Ingresso libero e gratuito.

È in programma a Forlì dal 26 al 29 ottobre la nona edizione del 900fest – Festival di Storia del Novecento, dal titolo-tema Fascismi e internazionalismo democratico. A integrazione del denso programma di incontri, aperti a tutta la cittadinanza, con autorevoli storici italiani e internazionali, mercoledì 26 e giovedì 27 ottobre saranno presentati in prima nazionale i docufilm Operazione: marcia su Roma, The Living e Spell your name, co-prodotto da Steven Spielberg. Valentino Misino, regista, produttore e attore attivo tra Los Angeles, Parigi e Roma, è collaboratore di Luce Cinecittà per il festival del cinema italiano di Los Angeles, Cinema Italian Style. Ha conseguito un Master in regia e produzione presso la prestigiosa USC School of Cinematic Arts di Los Angeles, scuola che annovera tra i suoi studenti illustri George Lucas e ad honorem Steven Spielberg.
La visione del docufilm, in francese con sottotitoli in italiano, sarà introdotta da Paola Salvatori.
Lingua originale con sottotitoli in italiano anche per i due docufilm del regista Serhiy Bukovsky in programma al 900fest: The Living e Spell your name.
The Living (2008, 76’), che sarà presentato mercoledì 26 ottobre alle ore 20.45 alla Sala San Luigi di Forlì, si basa sulle testimonianze di ucraini sopravvissuti alla grande carestia (Holodomor) del 1932-33. Racconta anche la storia del giornalista britannico Gareth Jones, i cui resoconti sulla tragedia ucraina rimasero a lungo inascoltati in OccidentStesso luogo e orario ma il giorno seguente (giovedì 27 ottobre) per Spell your name
(2006, 90’), docufilm prodotto da Steven Spielberg e Victor Pinchuk realizzato con testimonianze raccolte nell’Usc Shoah Foundation Institute Archive e con materiali girati nell’Ucraina contemporanea.Serhii Bukovskyi è nato nella Bashkiria, repubblica autonoma dell’ex Unione Sovietica. Suo padre era il regista Anatoliy Bukovsky e sua madre è l’attrice Nina Antonova. Fin dall’infanzia vive a Kiev. Si è diplomato in regia presso il Dipartimento di Cinema dell’Istituto Statale di Belle Arti Karpenko-Karyi Kyiv. Dopo aver prestato servizio nell’esercito sovietico, ha lavorato per oltre un decennio presso lo Studio ucraino del cinema documentario. In quarant’anni di carriera cinematografica, ha realizzato più di trenta film. Alcuni di essi sono stati portati premiati in prestigiosi festival internazionali a Lipsia, Nyon, Amsterdam, Cracovia, New York.«Qual è la vera storia della marcia su Roma? Perché l’Italia è rimasta passiva e impotente dinanzi all’ascesa del fascismo e alla radicalizzazione dei suoi giovani? In occasione del centenario della marcia su Roma, l’opera getta una nuova luce su questo evento»: Valentino Misino, autore di Operazione: marcia su Roma (2022, 52’), introduce il docufilm che sarà presentato mercoledì 26 ottobre alle ore 15 a Palazzo Romagnoli, a Forlì «Roma, 31 ottobre 1922. Le camicie nere di Mussolini marciano per le strade della città. Tra queste: Ernesto Alvino, giovane corrispondente della città di Lecce per il giornale fascista Il Popolo d’Italia, e Ines Donati, attivista e studentessa d’arte. Entrambi hanno vent’anni. Il loro ideale rivoluzionario ha appena trionfato: il fascismo, infatti, ha occupato Roma con la forza. Eppure, appena tre giorni prima, queste stesse camicie nere attendevano impotenti sotto la pioggia, bloccate alle porte chiuse della capitale, mentre Benito Mussolini otteneva l’incarico di Primo Ministro grazie ad un’abile negoziazione politica, condotta dietro le quinte»
.
  • Palazzo Romagnoli si trova in via Cesare Albicini 12 a Forlì.
    La Sala San Luigi si trova in via Luigi Nanni 14 a Forlì.
    Ingresso libero e gratuito a tutti gli appuntamenti.
    Info: info@alfredlewin.org, 0543 36698, https://900fest.com/.
900fest è realizzato da Fondazione Alfred Lewin Ets insieme a Anpi Forlì-Cesena, Arci Forlì, Ass. Culturale Tonino e Arturo Spazzoli, Ass. Luciano Lama, Ass. Mazziniana Italiana Sezione “G. Bruno” di Forlì, Ass. Olof Palme, Cgil Forlì, Circolo Acli Lamberto Valli, Cisl Romagna, Cooperativa Ricreativo Culturale Alessandro Balducci Forlì, Endas Forlì, Fiap Forlì, Fondazione Roberto Ruffilli, Forlì Città Aperta, Istoreco provincia di Forlì-Cesena, Rivista Una Città, Uil Forlì, Unione degli Universitari Forlì. In collaborazione e con il patrocinio di: Comune di Forlì, Regione Emilia Romagna, Provincia di Forlì-Cesena, Istituto Nazionale Ferruccio Parri, Università di Bologna, Atrium. Contribuiscono alla realizzazione di questa edizione: Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, LegaCoop, Assicoop.
Comitato scientifico: Pietro Adamo, Michele Battini, Patrizia Dogliani, Wlodek Goldkorn, Fabio Levi, Marie-Anne Matard-Bonucci, Paola Salvatori, Nadia Urbinati, Michael Walzer.

sabato 8 ottobre 2022

Monte Sant’Angelo, sul Gargano “Mònde – Festa del Cinema sui Cammini” “Ritorno a casa”. 6 - 9 ottobre 2022

Dal 6 al 9 ottobre 2022 a Monte Sant’Angelo, sul Gargano Sono tredici i titoli, tra lungometraggi e cortometraggi, che saranno proiettati alla 5ª edizione. In esclusiva “Padre Pio” di Abel Ferrara e “Nostalgia” di Mario Martone 

Tredici i titoli, tra lungometraggi e cortometraggi, che saranno proiettati alla 5ª edizione di “Mònde – Festa del Cinema sui Cammini” in programma dal 6 al 9 ottobre a Monte Sant’Angelo, la Città dei due Siti UNESCO candidata a Capitale italiana della cultura 2025.
Film in esclusiva e tanti ospiti di rilievo – tra cui Abel Ferrara e Francesco Di Leva – in arrivo sul Gargano per il festival curato dal direttore artistico Luciano Toriello, che quest’anno ha scelto come tema portante il “Ritorno a casa”.
Le proiezioni in programma mirano a stimolare una riflessione sul tema dell’identità, delle radici e della memoria dei territori e delle Comunità in essi radicate: quel complesso di valori che si può riassumere in un’unica semplice potente parola, “Casa”, luogo di accoglienza, protezione e profonda appartenenza al quale – per quanto ci si possa essere allontanati – si tende a tornare.
L’apertura ufficiale del festival  è prevista giovedì 6 ottobre alle ore 16.30 presso il MeTa – Museo Etnografico Tancredi (in piazza S. Francesco d’Assisi) alla presenza del Sindaco di Monte Sant’Angelo Pierpaolo d’Arienzo, del Vicesindaco del Comune e Assessore alla Cultura e al Turismo Rosa Palomba, del consigliere di Acquedotto Pugliese Rossella Falcone e del direttore artistico di “Mònde” Luciano Toriello.
A seguire, sarà inaugurata la mostra fotografica itinerante “La fontana racconta”che, con oltre 60 scatti e numerosi oggetti d’epoca legati all’approvvigionamento dell’acqua, ricostruisce la lunga storia dell’Acquedotto Pugliese. L’esposizione sarà visitabile fino al 9 ottobre, dalle 9.30 alle 13 e dalle 15 alle 18.
 
 𝐋𝐚 𝐫𝐞𝐬𝐭𝐚𝐧𝐳𝐚 è il tema cardine di #Mònde2022 ed anche il titolo del documentario di 𝐀𝐥𝐞𝐬𝐬𝐚𝐧𝐝𝐫𝐚 𝐂𝐨𝐩𝐩𝐨𝐥𝐚, che con entusiasmo abbiamo scelto come proiezione emblematica per l'apertura della 5° edizione.
«Restanza significa sentirsi ancorati e insieme spaesati in un luogo da proteggere e nel contempo da rigenerare completamente» scrive il sociologo Vito Teti nel suo omonimo saggio ed è proprio questo significato intrinseco che la pellicola traduce in storia e immagini.
Il documentario narra le vicende di un gruppo di trentenni di Castiglione d’Otranto, Salento, restii al fatto che la fuga sia la soluzione ai problemi economici, ecologici e politici del territorio. I ragazzi, così, scelgono di rimanere, legando la propria vita al lavoro agricolo e investendo in un valore dimenticato: la condivisione
Giovedì 6 ottobre, ore 20:30 | Auditorium Peppino Principe
  • Alle 18.30 a dare il via alle proiezioni, nell’Auditorium Peppino Principe, sarà il documentario“Kristos, l’ultimo bambino”di Giulia Amati. Il lungometraggio, presentato alla Mostra del Cinema Venezia all’interno delle Giornate degli Autori, racconta la storia dell’ultimo bambino rimasto su un’isola del Dodecanneso, la cui unica opportunità di continuare la scuola dell’obbligo è quella di abbandonare il luogo natio e la sua famiglia di pastori.
  • Alle 20.30 sarà la volta de “La restanza” di Alessandra Coppola. Il documentario narra le vicende di un gruppo di trentenni di Castiglione d’Otranto che, restii al fatto che la fuga sia la soluzione ai problemi economici, ecologici e politici del territorio, decidono di rimanere, legando la propria vita al lavoro agricolo e investendo in un valore dimenticato: la condivisione.
Entrambe le proiezioni saranno precedute dall’incontro 
con le registe moderato da Felice Sblendorio.
  • La seconda giornata di Mònde – venerdì 7 ottobre – si aprirà con il cammino enogastronomico tra la Valle di Carbonara e Bosco Quarto, accompagnati dalla guida naturalistica Matteo Falcone. Partendo dall’ingresso della Valle di Carbonara si camminerà fino a Piscina Pantolfe. Il cammino si concluderà con una dimostrazione di arte casearia presso l’agriturismo Sitizzo. Il ritrovo è alle ore 8.30 all’ingresso della Basilica di San Michele Arcangelo per partire alle ore 9.00 (con i propri mezzi). Per partecipare è obbligatorio prenotarsi inviando una mail a msafrancigena@gmail.com o un messaggio al numero 3498222869).
  • Alle ore 10.00 avrà inizio, c/o l’Auditorium Peppino Prencipe, il primo matinée riservato agli studenti degli Istituti Superiori di I e II Grado, che rientra nell’anteprima della 4^ edizione della “Settimana dell’Educazione e ponte con il Festival Michael organizzata in collaborazione con l’Assessorato istruzione-cultura-turismo della Città di Monte Sant’Angelo. I più giovani parteciperanno all’incontro “Raccontare l’antimafia”che prevede lo spettacolo teatrale “Le mani che vorrei”, liberamente ispirato alla vicenda dell’omicidio di Francesco Marcone. Seguirà la conversazione con la vicepresidente nazionale di Libera Daniela Marcone, il regista dello spettacolo Dino La Cecilia (che ne è anche protagonista insieme a Vincenzo Russo) e l’attrice Letizia Pia Cartolaro. 
  • Nel pomeriggio, alle 16.00, appuntamento con la Masterclass “Scrivere con la luce e il suono”, condotta da Luciano Toriello e Valentina Scuccimarra con Carlos Solito, Carmine Padula e Federico Scarabino. 
  • A seguire ci sarà la proiezione in anteprima nazionale, dopo il Matera Film Festival, di “La profonda fantasia. Viaggio dantesco nelle grotte di Puglia”.
    Il documentario breve dello scrittore, fotografo e regista pugliese, noto per i suoi itineranti reportage per il mondo, racconta di posti inimmaginabili accendendo “i riflettori speleologici” sui siti ipogei ed epigei di una regione, la Puglia, che non finisce mai di regalare sorprese. 
  • Alle 18.00 andrà in scena il documentario “Giovanna, storie di una voce” alla presenza della regista Chiara Ronchini e del montatore Luca Onorati, che dialogheranno con Federico Scarabino e Luciano Toriello. Dedicato all’85enne cantautrice, ricercatrice etnomusicale e folklorista Giovanna Marini, la più importante voce della musica popolare italiana, il film squaderna oltre sessant’anni di una carriera incredibile, raccontando lotte, passaggi storici e personali, con quella che lei chiama “musica, ma dall’altra parte del Potere”
. Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "LUCE CINECITTÀ presenta 39 FESTIVAL SELECTION GIOVANNA storie di una voce nfilmdi chiara ronchini giovanna salviucci marini giovanna marini econil quartetto nuovo giovannamarini, amarini, flaviana soggettoe esceneggiatura chiara genovese cinecittà moo democratico produzione onorati montaggiodel SARDENIA LUCE"
  • A chiudere la seconda giornata di Mònde sarà “Padre Pio”, l’ultimo lungometraggio di Abel Ferrara, che sarà presente in sala per rispondere alle domande del critico cinematografico Luigi Abiusi ed incontrare il pubblico. Ad affiancare il regista statunitense, il produttore Maurizio Antonini. Girato a Monte Sant’Angelo e sul Gargano e ambientato alla fine della Prima Guerra Mondiale, il film racconta in maniera inedita la figura carismatica del frate cappuccino, interpretato dalla star hollywoodiana Shia LaBeouf. “Padre Pio” sarà proiettato anche domenica 9 ottobre alle ore 11.00. 
La proiezione di “Padre Pio” in programma venerdì 7 ottobre è sold out. Sono ancora disponibili posti per la replica in programma domenica 9 ottobre alle ore 11.00.  è possibile acquistare il biglietto. "Padre Pio" di Abel Ferrara a "Mònde" // Domenica 9 ottobre 2022 
  • Sabato 8 ottobre, alle 9.30, appuntamento riservato agli studenti degli Istituti Superiori di II grado di Monte Sant’Angelo. I giovani spettatori assisteranno alla proiezione di “Come a Micono” di Alessandro Porzio (che presenzierà l’evento), cortometraggio ambientato in un piccolo paese del Sud Italia abitato ormai solo da anziani, dove un sindaco lungimirante ha un’idea per combattere il fenomeno dello spopolamento.
  • A seguire, l’incontro con Rosa Diletta Rossi, attrice cinematografica, teatrale e televisiva di origine pugliese, protagonista sul piccolo schermo della nota fiction “Nero a metà”.
Entrambi gli appuntamenti, moderati dal direttore artistico di Mònde Luciano Toriello, rientrano nell’anteprima della 4^ edizione della Settimana dell’Educazione e Ponte con il Festival Michael organizzate in collaborazione con l’Assessorato istruzione-cultura-turismo della Città di Monte Sant’Angelo.
  • Alle 16.30, presso il Centro Studi Micaelici, verrà presentato “Albertine, where are you?” di Maria Guidone, cortometraggio vincitore del premio per la miglior regia alla Settimana Internazionale della Critica a Venezia, incentrato sul personaggio più controverso della “Recherche du temps perdu”. Alcuni critici hanno visto in Albertine la trasfigurazione letteraria di Alfred Agostinelli, l’autista di Proust, un giovane italiano di cui l’autore fu a lungo perdutamente innamorato. Le pagine del romanzo e il racconto biografico diventano così il pretesto per una storia d’amore contemporanea. La proiezione del corto avverrà alla presenza della regista, che dialogherà con Luciano Toriello.
  • Sempre nel pomeriggio, alle 17.30, avrà luogo la masterclass con Francesco Di Leva, tra i più apprezzati interpreti del cinema italiano recente, nonché regista di “MaLaMèNTI”, un corto sperimentale che si interroga sulla sete di potere e che vede al centro del racconto due sanguinari personaggi malavitosi.
  • Alle 18.00 sarà la volta del documentario “Sul sentiero blu” di Gabriele Vacis, che narra dell’emozionante viaggio di un gruppo di giovani autistici sull’antica via Francigena, conclusosi a Roma con l’incontro con Papa Francesco. Un film su un’esperienza eccezionale di cui si parlerà, al termine della proiezione, con il presidente dell’associazione iFun Maurizio Alloggio che dialogherà con Danila Paradiso. 
  • La giornata di sabato si chiuderà con “Nostalgia” di Mario Martone, lungometraggio italiano in gara agli Oscar 2023 nella categoria “Miglior Film Internazionale”, tratto dall’omonimo romanzo di Ermanno Rea e interpretato da Pierfrancesco Favino, Francesco Di Leva e Tommaso Ragno. Il film mette in scena la storia di Felice, un uomo che dopo quarant’anni di lontananza fa ritorno nel posto in cui è nato, il rione Sanità, nel ventre di Napoli, riscoprendo i luoghi, i codici del quartiere e un passato che lo divora. La serata sarà arricchita dalla conversazione con Francesco Di Leva, moderata da Felice Sblendorio. 
  • Le proiezioni in programma domenica 9 ottobre prenderanno il via alle 17.15 con “Nicola – Cozze, Kebab & Coca Cola”, alla presenza del regista Antonio Palumbo. Incentrato sul culto di San Nicola, il docufilm vede lo stesso autore mettersi in viaggio sulle orme del mito attraversando tutti i Paesi in cui il santo è venerato, fino ad arrivare negli Stati Uniti, dove è meglio conosciuto come Santa Claus.
  • Alle 19.15 toccherà invece al regista, sceneggiatore e produttore Alessandro Piva con “Sea Mood”, documentario volto alla riscoperta di alcuni storici borghi marinari della Puglia, uno per provincia: Tremiti, Bisceglie, Mola di Bari, Brindisi, Castro e Taranto.
  • A chiudere le proiezioni della 5^ edizione di Mònde sarà, alle 20.30, il documentario “Corpo a corpo” di Maria Iovine. L’evento, in collaborazione con le Associazioni sportive e l’Assessorato allo Sport Comune di Monte Sant’Angelo, vedrà la partecipazione della regista del film. Fresco di candidatura al Globo d’Oro, “Corpo a corpo” è un documentario biografico-sportivo che vede protagonista l’atleta della nazionale paralimpica di Triathlon Veronica Yoko Plebani.
L’ingresso a tutte le altre proiezioni è gratuito, fino ad esaurimento posti.

“Mònde – Festa del Cinema sui Cammini” è un’iniziativa di Apulia Cinefestival Network, la rete di festival cinematografici di Apulia Film Commission e Regione Puglia – Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio, intervento finanziato con le risorse di bilancio autonomo della Fondazione. Realizzata con il contributo di: Comune di Monte Sant’Angelo, La Massarìa, ADTM.
Soggetto ideatore e organizzatore della manifestazione, per la Direzione artistica di Luciano Toriello, è MAD – Memorie Audiovisive della Daunia con Ass. “Archivio – Memorie Audiovisive della Daunia”.
Con il patrocinio di Teatro Pubblico Pugliese.
L’evento è realizzato in collaborazione con: “Monte Sant’Angelo Francigena”, “Tastes from Monte Sant’Angelo”, “MooVeng”. Media partner: Radio Norba, Cammini d’Italia, Sentieri Selvaggi. Tutti gli aggiornamenti e le info sulle precedenti edizioni  QUINTA EDIZIONE DI MÒNDE
I CAMMINI DELLA QUINTA EDIZIONE DI MÒNDE  Monte Sant’Angelo (Fg), 30settembre 2022–Torna l’appuntamento con i cammini alla 5^ edizione di Mònde che si terrà dal 6 al 9 ottobre a Monte Sant’Angelo, la Città dei due Siti UNESCO candidata a Capitale italiana della cultura 2025.
Camminatori più o meno esperti, desiderosi di vivere un’esperienza indimenticabile tra storia, natura ed enogastronomia,potranno esplorare il patrimonio del Parco Nazionale del Gargano – caratterizzato da una straordinaria varietà di paesaggi e percorsi – con le escursioni organizzate in collaborazione con l’Associazione Monte Sant’Angelo Francigena e MooVeng. Durante la Festa del Cinema sui Cammini che quest’anno ruoterà intorno al “Ritorno a casa” – filo conduttore individuato dal direttore artistico Luciano Toriello e ideale prosieguo del tema dello scorso anno “Custodire l’immateriale” – si avrà la possibilità di andare alla scoperta di identità, radici e memoria ripercorrendo le antiche vie di pellegrini e crociati, seguendo le tracce della millenaria presenza dell’uomo o immergendosi nella natura selvaggia del territorio garganico. Sono quattro i cammini in programma a Mònde dal 7 al 9 ottobre.
Si parte con il cammino enogastronomico, venerdì 7 ottobre, tra la Valle di Carbonara e Bosco Quarto, accompagnati dalla guida naturalistica Matteo Falcone. Partendo dall’ingresso della Valle di Carbonara si camminerà fino a Piscina Pantolfe, un caratteristico bacino d’acqua di origine naturale e adattato, secoli fa, dai pastori della zona per abbeverare gli animali, in particolare le vacche podoliche. Piscina Pantolfe si trova all’interno di Bosco Quarto – tra Monte Spigno e la piana di Monte Calvo – che è caratterizzato dalla presenza di cerri colossali. Durante il cammino sarà possibile vedere e ascoltare i versi dell’allocco, del picchio rosso maggiore, del picchio rosso mezzano, del picchio rosso minore, del picchio verde, del picchio muratore e del tordo bottaccio. Il cammino si concluderà con una dimostrazione di arte casearia presso l’agriturismo Sitizzo.
Nella giornata di sabato 8 ottobre sarà possibile scegliere tra due cammini: quello storico culturale e quello naturalistico culturale.
Il primo condurrà i presenti lungo la Via Francigena nel tratto Ruggiano-Pulsano, tra eremi e pagliai, con Giuseppe Rignanese, archeologo e guida turistica. Partendo da Pulsano si imboccherà il tratturo della transumanza del borgo antico Tomaiuolo orientandosi verso il sentiero di Ruggiano. Durante il percorso si potrà apprezzare la natura intima e boschiva dei valloni, con il richiamo degli uccelli rari che solitamente abitano ambienti segreti e protetti. I passi dei camminatori calcheranno le impronte lasciate da San Francesco, San Nicola, dagli antichi popoli dell’Età del bronzo e dai Dauni. Alla fine del cammino ci sarà la visita all’Abbazia di Santa Maria di Pulsano, costruita nel VI secolo sul colle di Pulsano per volere del papa-monaco San Gregorio Magno, inserita in uno scenario di rocce grigie su strapiombi di oltre 200 metri. L’Abbazia è stata nei secoli luogo di monaci, anacoreti e cenobiti, che si sono dedicati alla contemplazione e all’ascesi. Intorno all’edificio si trovano numerosi eremi (al momento ne sono stati censiti 24), alcuni dei quali ubicati in luoghi davvero inaccessibili.
 Il cammino naturalistico culturale “La Montagna dei due orizzonti” prevede una tour guidato in bike ed e-bike fino all’Abbazia di Santa Maria di Pulsano, con la guida di Michele Simone. Grazie alla collaborazione con “MooVeng” – progetto vincitore del Pin Puglia nato dall’idea di due ragazzi pugliesi, Michele e Maria Pia, che stanno rivoluzionando il modo di visitare il Gargano e la Puglia attraverso tour green innovativi e multidisciplinari – sarà possibile noleggiare gratuitamente 10 mountain-bike e 2 e-bike. Gli interessati potranno prenotare la loro bike, contattando il numero telefonico 328 955 9567.
Domenica 9 ottobre appuntamento con il cammino naturalistico culturale per andare alla scoperta de “I giganti della Foresta Umbra”, all’ombra delle vetuste faggete patrimonio Unesco con la guida turistica Luisa Arena. Il sentiero, quasi tutto pianeggiante, partirà dal laghetto d’Umbra per terminare nei pressi del Colosso della Foresta Umbra, il faggio più grande e alto della Foresta. Lungo il percorso si potranno ammirare tassi millenari e faggi di notevoli dimensioni.
I cammini sono gratuiti ed a numero chiuso.

Premio Rossetti-Montano | La rassegna musicale e culturale di Corleto Perticara | 18-23 giugno 2024

Premio Rossetti - Montano PREMIO ROSSETTI-MONTANO La rassegna musicale e culturale di Corleto Perticara 📆 18-23 giugno 📍 Corleto Perticara...