martedì 30 agosto 2022

Argillà Italia - Festival Internazionale della Ceramica e Mostra Mercato. Faenza (RA) 2, 3 e 4 settembre 2022

Argillà Italia, il Festival Internazionale della Ceramica e Mostra-Mercato torna il 2, 3 e 4 settembre 2022 a Faenza (RA)

Torna a Faenza (RA) il 2, 3 e 4 settembre 2022 il lungo weekend da trascorrere passeggiando lungo le vie del centro storico tra i 200 stands di ceramisti provenienti da tutto il mondo, visitando le numerose mostre ufficiali oppure curiosando nell'infinito programma di Argillà Off: una miriade di eventi collaterali organizzati in spazi privati che per l’occasione apriranno le loro porte al pubblico. Il tutto nella cornice di Faenza: la città delle ceramiche.


Il Paese Ospite sarà l’Irlanda.


  • INAUGURAZIONE Venerdì 02 settembre ore 15.00
  • Venerdì 02.09 dalle ore 15:00 alle ore 22:00
  • Sabato 03.09 dalle ore 10:00 alle ore 22:00
  • Domenica 04.09 dalle ore 10:00 alle ore 20:00

    Argillà Italia è il Festival Internazionale della Ceramica e Mostra Mercato che si tiene ogni due anni a Faenza (Ravenna, Italia), nel primo fine settimana di settembre.

A partire dalla prima edizione del 2008, la città di Faenza accoglie in questa occasione ceramisti, artisti e professionisti per il lungo week-end dedicato alla Ceramica.

Argillà Italia offre ai visitatori una piacevole passeggiata nel centro storico di Faenza, tra gli stand degli espositori internazionali (nel 2016, erano oltre 20 le nazioni rappresentate), che presentano la loro migliore produzione di ceramiche artistiche e artigianali, spaziando tra arte, scultura, design, complementi d’arredo, oggetti per la casa e accessori moda.


Numerosi sono poi gli eventi culturali a fianco della mostra mercato, che compongono la dimensione festival, tra cui il Mondial Tornianti (storica competizione internazionale di tornio), mostre, spettacolari cotture notturne nei forni all’aperto, concerti, attività ceramiche per bambini, laboratori, workshop e conferenze.

Argillà Italia si è affermata, nel corso delle passate edizioni, come uno dei principali festival della ceramica a livello europeo: un appuntamento di grande richiamo per gli appassionati e il pubblico, ma anche un momento importante di incontro e confronto tra gli operatori del sistema della ceramica e un’occasione unica per fare rete a livello nazionale e internazionale. Il tutto nella cornice di Faenza, una delle capitali mondiali della maiolica (da cui ha origine in nome Faïence), città la cui identità culturale è fortemente legata alla produzione ceramica, che anche oggi rappresenta in questo ambito un punto di riferimento a livello europeo e mondiale.

Argillà Italia nasce nel 2008 come spin-off dalla manifestazione “madre” francese Argilla, che si tiene ad Aubagne, nei pressi di Marsiglia, dal 1991, portando avanti l’alta qualità degli espositori, del pubblico e del programma culturale, offrendo uno sguardo davvero internazionale sulla produzione ceramica contemporanea.

Argillà Italia è organizzato dalla Fondazione MIC – Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza, insieme al Comune di Faenza e in collaborazione con AiCC – Associazione Italiana Città della Ceramica. Argilla Italia

Programma completo:

Programma ufficiale – Eventi e performance

lunedì 29 agosto 2022

“Il Jazz italiano per le terre del sisma” - 03—04/09/2022 - Città dell’Aquila

Il jazz italiano per le terre del sisma: 3 e 4 settembre all’Aquila, ecco il programma

“Il Jazz italiano per le terre del sisma” torna anche nel 2022 con un’edizione che rafforza l’impegno in prima linea nelle terre del cratere delle quattro regioni coinvolte – Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria – confermando il coinvolgimento e l’organizzazione della Federazione Nazionale “Il Jazz Italiano” e il coordinamento operativo dell’associazione Jazz all’Aquila.

L’evento è promosso e sostenuto dal Ministero della cultura, il Comune dell’Aquila-Progetto Restart, è promosso da Regione Abruzzo, con il sostegno del Main Sponsor SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, con il contributo di NuovoIMAIE, di Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia dell’Aquila, dei molti partner tecnici coinvolti.

L’edizione del 2022 vede l’omaggio della due giorni aquilana a Pier Paolo Pasolini e Charles Mingus – dei quali si celebrano i 100 anni dalla nascita – evidente già dal titolo scelto per la manifestazione dalla direzione artistica “In molti sogni, la verità che è in noi”; omaggio che si concretizzerà in un programma aperto alla ricerca artistica, il filo rosso che lega idealmente questi due giganti del ‘900, all’elogio della diversità, al viaggio che, dando spazio a molti musicisti eccellenti, attraversa i “molti sogni” del Jazz Italiano.


Pier Paolo Pasolini e Charles Mingus, due artisti così diversi fra loro, sia per estrazione culturale e sociale che per tipologia di linguaggio espressivo, eppure legati da un ideale fil rouge: la ricerca della verità. Nella spontaneità, nel rapporto sincero con sé stessi e con gli altri, nella condivisione delle diversità, nella coscienza del continuo divenire in cui noi tutti viviamo, perché noi stessi possiamo e dobbiamo essere casa aperta delle molteplicità.

Accogliendo la lezione di questi due grandi maestri, “Il jazz italiano per le terre del sisma” prova a offrire uno spaccato quanto più capiente ed esaustivo di ciò che oggi, in Italia, sono il jazz e le diverse musiche che al jazz si ispirano: un viaggio che, dando voce a molti musicisti e musiciste eccellenti, spaziando senza alcuna limitazione di età, di genere, di provenienza stilistica, di contaminazione con le altre arti, ci porta attraverso i “molti sogni” di questa nostra musica che, grazie al jazz, si pensa, si fa, si suona nel nostro Paese.

Molti saranno i progetti dedicati ai due artisti a partire da “100 Comizi d’Amore” di Giovanni Guidi, Silvia Bolognesi & Emanuele Parrini “Mingus 10Furio Di Castri Quintet “Furious Mingus”, passando per il progetto “Le Nuvole di Pier Paolo” con Daniele Sepe, Flavio Boltro e altri importanti musicisti, Luca Bulgarelli & Jacopo Ferrazza “Mingus Project”, Robert Bonisolo Quartet feat. Anna Zago “PPP PIG BAND” e la grande Fonterossa Open Orchestra diretta da Silvia Bolognesi in “Mingus Mingus Mingus”.

Ancora una volta, attraverso il jazz italiano, nel primo fine settimana di settembre, L’Aquila tornerà ad essere città aperta come poche altre al mondo, invasa da sogni e da speranze, che con la musica (ma anche con la poesia, la danza, la fotografia) vorrà contaminare le vie e le piazze, i cortili e i palazzi, i locali e le librerie, ovunque ci sia uno spazio capace e voglioso di aprirsi a suoni quanto più veri e spontanei.

  • Il programma inizierà il sabato pomeriggio (3 settembre), dalle ore 16, alla Fontana delle 99 Cannelle per l’arrivo del Cammino Solidale. Saranno oltre 200 i musicisti coinvolti anche nel 2022 nelle varie location, con rinnovata attenzione ai progetti delle nuove generazioni, alle produzioni originali e ai diversi linguaggi musicali; main stage in Piazza Duomo, dove la sera di sabato 3 settembre si esibirà Enrico Rava, in un atteso ritorno sul palco centrale dell’Aquila, insieme alla giovane violinista Anais Drago, la Big Band del Conservatorio A. Casella dell’Aquila, Furio Di Castri Quintet “Furious Mingus”, il progetto speciale “Le Nuvole di Pier Paolo”, i Funk Off e l’ensemble Odwalla diretta da Massimo Barbiero. Domenica 4 settembre gran finale con Franco D’Andrea e Dj Rocca a chiudere il ricco programma della giornata, in Piazza Duomo.
  • Le altre location scelte: Viale delle Medaglie d’Oro (Parco del Castello), Piazza Santa Margherita, Piazza Chiarino, Chiostro Palazzo Cipolloni Cannella, Portici dei Quattro Cantoni, Piazzetta del Sole, Oratorio di Sant’Antonio dei cavalieri de Nardis, Casa dello Studente, Auditorium del Parco, Libreria Colacchi.
  • Durante le due serate verranno inoltre conferiti i premi alla Carriera, Giovani Visionari, Premio Speciale Italia Jazz Club, Premio Speciale AFIJ, Premio Speciale ADEIDJ, Premio Speciale Il Jazz va a Scuola, Premio Festival Italiano, Premio Gender Balance (in collaborazione con Associazione Jazz Mine), Premio Speciale, curati dalla Federazione Nazionale Il Jazz italiano e dalle sue associazioni.

Confermate, come già preannunciato, anche le attività curate dalle altre associazioni della Federazione, in particolare: Italia Jazz Club, presieduta da Rosario Moreno, curerà il programma del jazz club, sabato 3 settembre, con tre concerti curati ad hoc per la manifestazione e l’attesa jam session serale che animerà Piazzetta del Sole fino a tardi. Attesi importanti nomi del jazz italiano come: Dario Carnovale, Lorenzo Conte, Enrico Morello, Vito Quaranta, Vince Abbracciante, Giorgio Vendola, Helga Plankensteiner per citarne alcuni. L’Associazione Il Jazz va a Scuola, presieduta da Catia Gori, consolida la propria presenza all’Aquila con un importante programma di laboratori, compreso un laboratorio orchestrale, dedicati a neonati, bambini e ragazzi (da 0 a 19 anni) organizzati presso il Conservatorio in collaborazione con IC Mazzini, IC Patini, il Liceo Musicale e il Conservatorio stesso (dettagli nel programma allegato).

L’associazione dei festival, I-Jazz (Corrado Beldì il presidente) conferma la propria partecipazione nel coadiuvare e gestire i palchi durante le due giornate della manifestazione grazie ai numerosi direttori artistici associati che saranno presenti, figure storiche da anni al fianco dell’organizzazione; l’associazione dei musicisti italiani di jazz, MIdJ, ha lavorato per individuare alcuni degli artisti che si esibiranno durante le due giornate attraverso bandi dedicati, musicisti che verranno promossi e sostenuti da tutto il direttivo dell’associazione, presieduto da Alessandro Fedrigo, che sarà presente all’Aquila anche per incontrare e dialogare con gli artisti, promuovendo le attività dell’associazione e la nuova campagna di adesione 2023; previsto anche un MIdJ Meeting, il 4 settembre alle ore 15 con un breve speech a Piazza dei Gesuiti a prologo dell’esibizione del trio di Valentina Fin. L’associazione dei fotografi (AFIJ, presidente Maurizio Magnetta) collabora con MIdJ alla realizzazione di performance multimediali dal vivo che vedranno il dialogo artistico tra fotografi e pianisti, uno scambio creativo basato sull’improvvisazione e sulla sensibilità reciproca. ADEIDJ (associazione delle etichette discografiche) invece inviterà il pubblico a “portare a casa” il jazz che ascolterà live durante la manifestazione. Grazie alla collaborazione con Qobuz verrà realizzata una stazione d’ascolto munita di cuffie per ascoltare una playlist ufficiale della piattaforma dedicata e curata dall’associazione presieduta da Federico Mansutti; sarà diffuso inoltre un QR code che regalerà tre mesi di ascolto gratuito su Qobuz.

Confermata anche la collaborazione con Alexanderplatz Jazz Club che organizzerà una sessione musicale a conclusione della manifestazione a Piazza Chiarino la sera del 4 settembre con la speciale AlexandetPlatz Jazz Orchestra diretta da Franco Piana e Paolo Vivaldi.

Tornerà anche ed esibirsi a “Il jazz italiano per le terre del sisma”, confermando quindi una collaborazione virtuosa, la band vincitrice del Conad Jazz Contest organizzato da Umbria Jazz e sostenuto da Conad: Five Angry Man, un quintetto nato nell’ambito di Siena Jazz e composto dal sassofonista Lorenzo Simoni, il trombettista Giacomo Serino, il pianista Pierpaolo Zenni, il contrabbassista Matteo Bonti e il batterista Mauro Patti.

mercoledì 24 agosto 2022

Festival del Teatro Medievale e Rinascimentale di Anagni - 20 > 27 agosto 2022

Dal 20 al 27 agosto 2022 torna per la sua 29° edizione, nella scenografia di Piazza Innocenzo III ad Anagni (FR), lo storico Festival del Teatro Medievale e Rinascimentale di Anagni con la direzione artistica di Giacomo Zito e con la direzione teorico critica di Gaetano D’Onofrio.

  • giovedì 25 agosto ore 21
    Piazza Innocenzo III
    ingresso libero
    SHAKESPEARE PER ATTORI ANZIANI
    di Francesca Nunzi
    con Marco Simeoli, Francesca Nunzi, Daniele Derogatis
    regia di
    Claudio Insegno
    Produzione Etherea Omnis
    Due vecchi attori di varietà finiscono nell’incantesimo dei “Lost Years” …I famosi anni perduti in cui il nostro bardo fece perdere al mondo le sue tracce! Guidati da Pencil Rebel, la fidata penna di Shakespeare, impazzita anch’essa a causa dell’incantesimo, stravolgeranno l’opera omnia del povero scrittore, rendendo i suoi capolavori delle buffe parodie! A partire da Romeo e Giulietta per arrivare alla bisbetica domata, i tre protagonisti faranno divertire il pubblico tra sketch dai titoli storpiati e centoni musicali fino a scomparire allo scadere dell’incantesimo… per fortuna! Svanendo nel nulla e scusandoci col pubblico garantiamo che la reputazione di William non verrà infangata!

 

Protagonisti del XXIX Festival del Teatro Medievale e Rinascimentale saranno spettacoli in grado di raccontare la realtà che ci circonda con uno “sguardo contemporaneo”, attraverso le grandi opere del teatro medievale e rinascimentale o novità che si ispirano a queste epoche storiche.

  • A portarli in scena alcuni nomi di rilievo del panorama italiano delle diverse generazioni: 
  • Simone Cristicchi con Paradiso dalle tenebre alla luce, il 20 agosto; 
  • Andrea Buscemi ed Eva Robin’s con L’Avaro il 21 agosto; 
  • Edoardo Siravo, il 22 agosto, con Falstaff e le allegre comari di Windsor; 
  • Marco SimeoliFrancesca Nunzi e Daniele Derogatis diretti da Claudio Insegno, il 25 agosto, con Shakespeare per attori anziani; e 
  • Giovanni Scifoni il 26 agosto con il suo Anche i Santi hanno i brufoli
  • L’opera lirica, segno distintivo del Festival degli ultimi anni, chiuderà il festival il 27 agosto con Otello, con la direzione del maestro Claudio Maria Micheli.


La staffetta di teatro, poesia, lirica e gioco, partirà quindi sabato 20 agosto alle ore 21.00, con uno tra gli spettacoli più significativi di tutta la produzione nazionale: “Paradiso dalle tenebre alla luce”, scritto e interpretato da Simone Cristicchi, che offrirà la sua personale visione di una possibile salvezza, con le musiche dal vivo eseguite dall’orchestra de “I Giovani Filarmonici Pontini” DIRETTA DA VALTER SIVILOTTI, e con proiezioni immersive sulle mura della cattedrale di Santa Maria. In “Paradiso dalle tenebre alla luce” tensione verso il Paradiso è metafora dell’evoluzione umana, slancio vitale verso vette più alte, spesso inaccessibili, dove la poesia diventa strumento di trasformazione da materia a puro spirito, e l’incontro con l’immagine di Dio è rivelazione di un messaggio universale, che attraversa il tempo e lo vince.

Domenica 21 agosto alle ore 21.00 andrà in scena “L’Avaro”, opera di Molière cardine della drammaturgia mondiale, interpretato da Andrea Buscemi ed Eva Robin’s, che stigmatizza la cecità dell’uomo causata dal suo egoismo. Una delle commedie più famose di tutti i tempi in una rilettura contemporanea. Buscemi trasporta la vicenda al giorno d’oggi, trasformandolo in finanziere capitalista completamente dedito ad accumulare ricchezze, finché non ci si metterà di mezzo l’amore tra equivoci, sotterfugi e memorabili personaggi dipinti con la proverbiale genialità che è stata riconosciuta a Molière nei secoli.

Martedì 23 agosto alle ore 21.00, poi, il sipario del Festival si alzerà su “Falstaff e le allegre comari di Windsor”, un capolavoro di William Shakespeare dove l’immortale personaggio è interpretato da Edoardo Siravo nella prestigiosa versione di Roberto Lerici. Commedia condotta interamente dalle donne; donne che sarebbe giusto definire, in senso contemporaneo, “libere”, oltre che “allegre”; proprio perché libere di pensare e agire come le donne di oggi.

Giovedì 25 agosto alle ore 21.00 tocca a Marco Simeoli e Francesca Nunzi, due straordinari attori, divertire il pubblico con “Shakespeare per attori anziani”, una novità assoluta di quest’anno per la regia di Claudio Insegno. A partire da Romeo e Giulietta per arrivare alla bisbetica domata, i protagonisti faranno divertire il pubblico tra sketch dai titoli storpiati e centoni musicali fino a scomparire allo scadere dell’incantesimo… per fortuna! Svanendo nel nulla e scusandoci col pubblico garantiamo che la reputazione di William non verrà infangata!

  • venerdì 26 agosto ore 21 - piazza Innocenzo III - Ingresso libero
    GIOVANNI SCIFONI
    in
    ANCHE I SANTI HANNO I BRUFOLI
    accompagnato dagli strumenti di Davide Vaccari e Maurizio Picchiò
    Produzione Mismaonda
    info: Pro Loco Anagni 0775 727852 -

Venerdì 26 agosto alle ore 21.00 sarà uno dei più apprezzati attori emergenti del cinema e della televisione, nonché attore di grande esperienza teatrale, Giovanni Scifoni, con il suo one man show “Anche i Santi hanno i brufoli”, a condividere con il pubblico molti paradossi della nostra esistenza. “Anche i santi hanno i brufoli” prende in prestito le vite e le opere di quattro grandi personaggi: San Giovanni Bosco, Sant’Agostino, San Giovanni di Dio, Santa Francesca Romana. E insieme a loro ripercorre racconti dimenticati, quando nonna parlava e non aveva paura a mescolare realtà e leggenda, e mentre le sue mani impastavano farina e acqua, la sua voce impastava fatti storici e fandonie stratificate nel tempo, ma magnifiche.

A chiudere il Festival, sabato 27 agosto alle ore 21.00, sarà l’opera lirica di Giuseppe Verdi “Otello”, che riempirà di musica e visioni Piazza Innocenzo III, con la direzione del maestro Claudio Maria Micheli.

Il Direttore Artistico del Festival Giacomo Zito spiega: “Difendere e diffondere il principio di bellezza progetto sostenibile attraverso i linguaggi del teatro, della musica, della danza – oltre che dei moderni linguaggi multimediali – è il particolare obiettivo che ci siamo dati in occasione di questa XXIX Edizione del Festival. Partiamo avvantaggiati, non c’è dubbio: basti considerare la straordinaria scenografia urbana, e ancor prima quella naturale, che Anagni offre agli artisti ospiti e al pubblico di appassionati e di turisti, oltre che ai cittadini. Un luogo di grande energia, alimentata dalla preziosissima acqua che scorre sotto la pietra, dalla ricchezza della terra, dal sole che illumina la collina su cui sorge l’antichissima città”.

La direzione tecnica è affidata a Peppino Scandorcia e quella teorico-critica, nonché la presentazione, a Gaetano D’Onofrio.

  • 29ª edizione
  • 20 – 27 Agosto 2022
  • Piazza Innocenzo III, Anagni (FR) – ore 21.00
  • Ingresso gratuito su prenotazione fino ad esaurimento posti
  • Info www.comune.anagni.fr.it
  • tel 0775 727852
  • Ufficio Stampa
  • HF4
  • Marta Volterra marta.volterra@hf4.it
  • Alessandra Zoia alessandra.zoia@hf4.it

100 anni di Baci Perugina - Mostra collettiva di arte contemporanea - 27 agosto │18 settembre 2022

Cent’anni orsono Luisa Spagnoli inventava il cioccolatino più famoso del mondo: il Bacio. Un prodotto di massa che tuttavia, nel 1922, rappresentava, ancora, semplicemente un modo per rialzare la testa dopo i difficili anni della guerra dimostrando l’abilità imprenditoriale di una donna. 

Perugia celebra oggi tale idea grazie alla sinergia dell’Assessorato alla cultura del Comune di Perugia, in collaborazione con Nestlé e Museo Perugina, e patrocinata dall’Assessorato alla Cultura della Regione Umbria e Provincia di Perugia. L’omaggio, curato e coordinato dall’Associazione La Casa degli Artisti di Perugia e presentato dal critico Andrea Baffoni, propone una mostra di opere, tra pittura, fotografia, installazioni e scultura, ispirate al famoso cioccolatino negli storici spazi della Rocca Paolina, Sala della Cannoniera, visitabile ad ingresso gratuito fino al 18 settembre 2022.

Numerosi gli artisti coinvolti per una mostra che non vuole solo mettere in risalto gli elaborati artistici, quanto piuttosto omaggiare il senso stesso della creatività, oltre a dare una testimonianza attiva di appartenenza cittadina e culturale. Quella stessa creatività e sentimento di appartenenza che contraddistinse la stessa Luisa Spagnoli. Dunque il Bacio, che prima ancora volle essere “il cazzotto”, in una stridente contraddizione tra gioia e dolore, come manifestazione concreta della durezza che una donna, affettuosa per natura, doveva esprimere in quegli anni se voleva restare in piedi in un mondo ancora saldamente in mano agli uomini.

  • 27 agosto-18 settembre 2022
  • Sala cannoniera, Rocca Paolina, Perugia
  • Inaugurazione, sabato 27 agosto, ore 17.00
  • A cura di La Casa degli Artisti di Perugia
  • In collaborazione con
  • Regione Umbria – Provincia di Perugia
  • Comune di Perugia – Comune di Deruta
  • Nestlé – Museo Perugina – Museo Regionale della Ceramica di Deruta
  • Introduzione di Andrea Baffoni

L’evento vede inoltre la presenza del Comune di Deruta per siglare un prestigioso accordo tra Il Museo Regionale della Ceramica e il Museo Perugina. “Si tratta”, ha dichiarato il Sindaco Michele Toniaccini, “di un accordo prestigioso fra due musei di alto livello per valorizzare eccellenze del territorio e per dare ulteriore impulso al turismo. Un progetto che recupera una parte importante del nostro passato, quella della produzione di ceramiche esclusive, realizzate a partire dagli anni ’30, abbinate a prodotti dolciari, creando un dialogo continuo fra i due poli museali e recuperando quel legame forte che la storia ci ha consegnato e che vogliamo restituire alla contemporaneità. Il Museo Regionale della Ceramica è sempre più aperto al territorio e a fare rete con altre realtà locali e nazionali”. Dichiarazioni confermate dal direttore del Museo Regionale della Ceramica, professor Francesco Federico Mancini il quale aggiunge: “Una reciprocità che oggi si ripropone e che dovrebbe riguardare anche iniziative espositive: se nel museo della Perugina si andranno a esporre oggetti ceramici provenienti dal Museo derutese, analogamente noi potremmo ospitare specifici segmenti e testimonianze della storia della Perugina”. Per dare sostanza a tale accordo saranno presenti in mostra dodici di queste preziose confezioni di lusso realizzate, a partire dal 1929, dagli artigiani derutesi ed esposte, oggi, in permanenza nel Museo Regionale della Ceramica di Deruta.

Deruta Book Fest -  Presentazioni di libri, letture di poesie, passeggiate letterarie e spettacoli in piazza. Torna nel fine settimana il Deruta Book Fest, il tradizionale appuntamento, giunto alla quarta edizione, organizzato dall’associazione Europa Comunica Cultura e dalla Bertoni Editori che per trasformerà per tre giorni, dal 26 al 28 agosto, la città della ceramica in una piccola capitale della letteratura. La manifestazione vedrà protagonisti circa 60 autori provenienti da tutta Italia che faranno conoscere le proprie opere. Si inizierà venerdì alle ore 11 con l’apertura della manifestazione nella sala del consiglio comunale insieme al sindaco di Deruta Michele Toniaccini e all’editore Jean Luc Bertoni e, a seguire l’inaugurazione delle mostre di Mara Pianosi e Davide Marrollo. Nel pomeriggio spazio ai libri con la presentazione dei volumi di Giovanni Ciao, Giorgio Caporali e Paola Minussi. Alle 18 reading poetico a cura di Bruno Mohorovich. Sabato mattina, dalle ore 10, passeggiata poetica nelle vie del centro storico. Nel pomeriggio si tornerà a parlare di libri con Isabel Martina, Giulia Manco e Alvaro Fiorucci. Successivamente verrà consegnato il premio impresa e cultura al cavalier Arsenio Borgnini.

Sabato sera, grande intrattenimento in piazza dei Consoli, dove l’attore Mario Zamma presenterà in anteprima nazionale con la sua band lo spettacolo “Caro amico ti canto” dedicato al compianto cantautore bolognese Lucio Dalla. Si tratterà di un viaggio non soltanto attraverso la musica ma anche attraverso l’artista e l’uomo Lucio Dalla.

Sempre sabato sera sarà presente Cristiana Ciacci che, insieme alla Little Tony family, ricorderà il padre e l’artista Little Tony.

Sempre sabato sera saranno resi noti i vincitori della prima edizione del Premio Letterario Deruta Book Fest che ha registrato un gran numero di partecipanti nelle varie sezioni: romanzi editi, romanzi inediti, racconti inediti, poesia edita, poesia inedita.

Domenica mattina si inizia con la passeggiata letteraria, mentre nel pomeriggio saranno protagonisti i romanzi di Francesco Calzoni e Anthony Caruana e la collana “Schegge” della Bertoni Editore. A seguire Giovanni Paoletti illustrerà il Premio Rina Gatti con la lettura dei racconti vincitori dell’ultima edizione. La rassegna si concluderà con la presentazione del premio Fulgineamente insieme a Ivana Donati.

La quarta edizione del Deruta Book Fest sarà dedicata alla memoria di Roberta Niccacci, che si è tanto adoperata per la riuscita della manifestazione nelle passate edizioni.

giovedì 11 agosto 2022

Lucania Film Festival - 7 agosto 2022 │09 > 13 agosto 2022

La 23a edizione del Lucania Film Festival si svolgerà nelle seguenti date: 7 agosto 2022 in Località S. Basilio a Marina di Pisticci, dal 09 al 12 agosto 2022 presso il CineParco TILT a Marconia di Pisticci e il 13 Agosto 2022 in Piazza Umberto I a Pisticci centro

.


Il Festival avrà inizio, con un evento speciale, il 7 agosto all’alba, sulle coste bianche dello Jonio lucano con una performance sonora di tecnologie e musica classica per poi spostarsi, a partire dal 9 agosto, presso il primo CineParco di Italia, nello Spazio Tilt a Marconia di Pisticci e nel salotto della città bianca di Pisticci e, durante la settimana, nelle location di Matera e Craco.

  • 7 agosto 2022 - Marina di Pisticci
  • 9 - 12 agosto 2022 - CineParco TILT - Marconia di Pisticci
  • 13 agosto 2022 - Piazza Umberto I - Pisticci centro

Il Lucania Film Festival parte all’alba del 7 agosto con un evento speciale di pre-apertura presso la Foce del Cavone – Marina di Pisticci, alle ore 5:15 di mattina: il pubblico potrà godere della performance sonora con Rocco Mentissi e Francesco Mentissi con drum machine e pianoforte a coda, dal titolo Il mattino ha l’oro in bocca.

La programmazione ufficiale partirà invece dal 9 agosto, presso il Cine Parco Tilt a Marconia di Pisticci (MT) dove, oltre alla proiezione dei film in concorso e le attività collaterali dell’area Piccolissima, si terrà una lectio magistralis sulle nuove frontiere della narrativa del cinema italiano con il regista Mario Martone, reduce dall’acclamato Nostalgia con Pierfrancesco Favino, e un’intervista concerto con il musicista siciliano Roy Paci a cui farà seguito l’atteso concerto dei sound designer Federico Ferrandina e Lauren Light della agency Twoohsix Music.

  • h 17:30 / 02:00 - CineParco Tilt - Marconia di Pisticci
  • Sala Interna h 17:30 / 19:00 – Masterclass “Cinema e teatri di guerra” di Mario Martone – presenta Luigi Abiusi
  • prenotazione on line – max 100 posti su http://www.lucaniafilmfestival.it/mario-martone-masterclass/
  •  h 19:00 / 20:30 – Proiezioni / screening 
  • Piazza Scola (Anfiteatro)
  •  h 21:00 / 22:30 – Proiezioni / screening 
  •  h 22:30 / 00:00 – Lectio Magistralis di Mario Martone – presentano Filippo Solibello e Fabio Morici
  • Spazio Kiarostami  h 00:00 – Intervista-Concerto di Roy Paci – conduce Filippo Solibello 
  • Roy Paci (Rosario Paci) nasce ad Augusta in Sicilia, nel 1969. La sua formazione musicale viene completata, nel 1990, in Sudamerica e in Africa. Nel 1998 grazie alla vulcanica mente di Roy Paci, nasce uno dei progetti più solari e divertenti della scena musicale italiana: la band “Aretuska”. Nel 2000 esce il primo album, "Baciamo Le Mani" (ViceVersa/ExtraLabel), una potentissima fusione di rocksteady, ska, soul, funk e melodie mediterranee, impreziosita dalle voci di artisti come Bunna degli “Africa Unite”, Meg dei “99 Posse” e Dani dei “Macaco”. Altra grande novità è il debutto di Roy come crooner, un'innovazione che caratterizzerà il futuro della band. Nel 2003 Roy fonda l’etichetta discografica “Etnagigante”, produce il secondo disco e la cover “Besame mucho” per il film di Leonardo Pieraccioni “Il paradiso all’improvviso”. Nel 2006 Roy vince il prestigioso Nastro d’Argento per le musiche del film “La Febbre” di Alessandro D’Alatri e una candidatura al David di Donatello. Nel 2007, dopo tre album, Roy Paci & Aretuska ultimano “SUONOGLOBAL”, un disco in cui Roy raccoglie quanto seminato in qualità di trombettista, compositore e arrangiatore. “SuoNoGlobal” vanta infatti diversi duetti con: Manu Chao, Erriquez della “Bandabardò”, Pau dei “Negrita”, Raiz, Caparezza e i “Sud Sound System”. L’album professa la sua missione: confondere e mischiare suoni, idiomi, mondi e musicalità differenti. Il suono non ha nazione né religione, è NO Global. Altro disco importante nel 2010 per Roy Paci: “Latinista”. E’ la conferma della maturità di uno dei più talentuosi musicisti italiani, noto a livello nazionale e internazionale. Il suo ultimo album, fino a oggi, è “Valelapena” del 2017, un disco corale con molti dei musicisti della sua avventura con gli Aretuska e altri amici, come Daniele Silvestri.
  • Piccolissima  h 18:00/22:30 – Laboratori, incontri e proiezioni / Young Film Space
  • Programma di tutte le attività dedicate ai più giovani
  • Si prosegue poi il 10 agosto sempre presso lo spazio del Cine Parco Tilt Marconia di Pisticci (MT), con la proiezione ufficiale dei film in concorso, con la masterclass e lectio magistralis dell’attore, cantante e scrittore Moni Ovadia e il cinetalk tenuto da A. Salah dal titolo Sulle tracce ebraiche.
  • Moni Ovadia nasce a Plovdiv, in Bulgaria, nel 1946. Dopo gli studi universitari e una laurea in scienze politiche ha dato avvio alla sua carriera d'artista come ricercatore, cantante e interprete di musica etnica e popolare di vari paesi. Nel 1984 comincia il suo percorso di avvicinamento al teatro, prima in collaborazione con artisti della scena internazionale, come Bolek Polivka, Tadeusz Kantor, Franco Parenti, e poi, via via proponendo se stesso come ideatore, regista, attore e capocomico di un "teatro musicale" assolutamente peculiare, in cui le precedenti esperienze si innestano alla sua vena di straordinario intrattenitore, oratore e umorista. Filo conduttore dei suoi spettacoli e della sua vastissima produzione discografica e libraria è la tradizione composita e sfaccettata, il "vagabondaggio culturale e reale" proprio del popolo ebraico, di cui egli si sente figlio e rappresentante, quell'immersione continua in lingue e suoni diversi ereditati da una cultura che le dittature e le ideologie totalitarie del Novecento avrebbero voluto cancellare, e di cui si fa memoria per il futuro. Per il cinema ha prestato il proprio volto in “Caro Diario” di Nanni Moretti e, con il ruolo di coprotagonista, a “Facciamo Paradiso” di Mario Monicelli; ha inoltre lavorato, sempre nel cinema, con Roberto Faenza e Roberto Andò.
ASHER SALAH è professore presso l’accademia Bezalel e l’università ebraica di Gerusalemme, Senior Fellow al Katz Center for Advanced Studies di Filedelfia e al Maimonides Center for Advanced Studies di Amburgo, è uno storico dell’ebraismo italiano nell’epoca dei Lumi, specializzato anche dell’immagine degli ebrei nel cinema mediterraneo. Oltre alle sue attività di ricerca, collabora a diverse testate italiane, tra cui Pagine Ebraiche, e ha tradotto in italiano alcuni dei principali autori della letteratura israeliana contemporanea tra cui A. B. Yehoshua.
  • Il terzo giorno di Festival prevede, oltre alla proiezione dei film in concorso e delle attività dell’area Piccolissima, la lectio magistralis dell’attore e regista newyorkese John Turturro che, in diretta dalla grande mela, dialogherà in streaming con il grande pubblico guidato dal conduttore di Rai Radio2, Filippo Solibello. 
  • Ale ore 17:30, vi aspettiamo al CineParco Tilt, nella Sala Interna, per la proiezione del film "Pecore in erba" di Alberto Caviglia, alla presenza dell'autore

Il 12 agosto sarà invece la volta della lectio magistralis tenuta da Rocco Papaleo, sempre presso lo spazio del Cine Parco Tilt Marconia di Pisticci (MT): l’amato artista lucano torna a casa per ripercorrere assieme al pubblico del Lucania Film Festival gli ultimi 10 anni di carriera che lo hanno visto protagonista di tanti successi tra Cinema e Teatro; anche per il quarto giorno di Festival è prevista la proiezione dei film in concorso e le attività dedicate ai più giovani dell’area Piccolissima.

Ma la presenza di Rocco Papaleo non si esaurisce il 12 agosto: sarà infatti presente anche il giorno successivo e conclusivo del Festival per il cinetalk con il conduttore di Radio 2 Filippo Solibello e per la premiazione.

Selezione ufficiale

  • INTERNATIONAL SELECTION – SHORT FICTION FILM
  • BIG di/by Daniele Pini / 14’ – 2021 – Italy
  • FREE FALL di/by Emmanuel Tenenbaum / 20’ – 2021 – France
  • LO CHIAMAVANO CARGO di/by Marco Signorettti / 15’ – 2021 – Italy
  • LOST KINGS di/by Brian Lawes / 15’ – 2020 – USA
  • PHLEGM di/by Bolt Jan-David / 6’ – 2021 – Swiss
  • RESONANCIAS di/by Iñigo Aranburu / 4’ – 2021 – Spain
  • SANDSTORM di/by Seemab Gul / 20’ – 2021 – Pakistan
  • THE LITTLE GIRLS di/by Mohamad Reza Misaghi / 6’ – 2021 – Iran
  • WARSHA di/by Dania Bdeir / 16’ – 2022 – Libano
  • YUNGAY 7020 di/by Raquel Calvo Larralde,Elena Molina Merino /19′ – 2021 – Spain
  • INTERNATIONAL SELECTION – SHORT ANIMATION FILM
  • ELEPHANT IN THE ROOM di/by Yang, Ching-Ju / 6’ – 2021 – Taiwan
  • LES LARMES DE LA SEINE di/by Alice Letailleur, Philippine Singer, Lisa Vicente, Hadrien Pinot, Etienne Moulin, Nicolas Mayeur, Eliott Benard & Yanis Belaid / 9’ – 2021 – France
  • LOOP di/by Pablo Polledri / 8’ – 2021 – Spain
  • ONELUV di/by Varya Yakovleva / 11’ – 2022 – Russia
  • THE DAYS THAT (NEVER) WERE di/by Pedro Rivero, Kevin Iglesias Rodríguez / 11’ – 2022 – Spain
  • THE ENCOUNTER di/by Aleksandra Krivolutskaia / 6’ – 2022 – Russia
  • THE HANGMAN AT HOME di/by Michelle & Uri Kranot / 14’ – 2021 – Denmark, Canada, France
  • Y’A BON? di/by Marc Faye / 4’ – 2021 – France
  • INTERNATIONAL SELECTION – SHORT DOCUMENTARY FILM     
  • BEE OR NOT TO BE di7by Pau E. Serra & Joan Bover / 24’ – 2021 – Spain
  • BLACK WAGON di/by Adilet Karzhoev / 24’ – 2021 – Kyrgyzstan
  • IL MAI NATO di/by Tania Innamorati, Gregory J. Rossi / 20’ – 2021 – Italy
  • MAMA di/by Pablo De La Chica / 29’ – 2020 – Spain
  • SEVEN SYMPHONIES OF ZAGROS di/by Perwîz Rostemî / 23’ – 2021 – Kurdistan
  • INTERNATIONAL SELECTION – FEATURE FICTION / DOCUMENTARY
  • THE 4TH ROUND  di/by Alireza Amini / 93’ – 2021 – Iran
  • THE DREAM IS GONE di/by Maria Batova / 91’ – 2021 – Russia
  • 65 ROSE di/by Davide Del Mare / 89’ – 2021 – Italy
  • GUARDIAN OF THE WORLDS di/by Leïla Chaïbi / 91’ – 2021 – France
  • RUE GARIBALDI di/by Federico Francioni / 70’ – 2021 – Italy
  • SPAZIO ITALIA
  • AMBASCIATORI di/by Francesco Romano / 19’ – 2021
  • ANCORA NON LO SO di/by Maaria Sayed / 15’ – 2021 – Italy
  • BUON COMPLEANNO NOEMI di/by Angela Bevilacqua / 13’ – 2022
  • DREAM di/by Davide Vigore / 15’ – 2021
  • GITA DI FAMIGLIA di/by Francesco Della Ventura / 18’ – 2021
  • L’AVVERSARIO di/by Federico Russotto / 17’ – 2021
  • NOTTE ROMANA di/by Valerio Ferrara / 12’ – 2021

Le giurie

La giuria internazionale è composta da alti profili del mondo del cinema mondiale e della storia e critica della settima arte. La giapponese Jun Ichikawa, attrice, autrice e doppiatrice di numerose opere tra cui Yōko Ono ne L’isola dei cani di Wes Anderson e Namaari in Raya e l’ultimo drago di Don Hall, Carlos López Estrada della Walt Disney. L’israeliano Asher Salah, critico cinematografico e docente alla Hebrew  University e all’Accademia delle belle arti di Gerusalemme. Alberto Caviglia, capo redattore del programma Rai 2 Sorgente di Vita, autore e regista di Pecore in Erba e scrittore di opere di successo tra cui Olocaustica ed. Giuntina. Infine la giovanissima documentarista lettone Marija Stefanija Linuza.

La giuria popolare, invece, è composta da 35 appassionati di cinema che dopo un percorso di educazione al linguaggio, durato sei mesi tra lezioni, incontri e laboratori, giudicherà le opere in concorso in parallelo alla giuria dei professionisti.

martedì 9 agosto 2022

Estemporanea di pittura "SCORCI DI OPI" 2022" 100 anni del Parco Nazionale D'Abruzzo, Lazio e Molise

PRO LOCO di OPI -APS OPI (AQ) - Piazza dei Caduti - Sabato 6 agosto 2022

Regolamento di partecipazione
PREMESSA
La Pro Loco di Opi-APS, con il Patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Opi, organizza per Sabato 6 agosto 2022 la 1^ EDIZIONE NAZIONALE DI PITTURA ESTEMPORANEA “SCORCI DI OPI”. La manifestazione intende promuovere il territorio in ambito turistico e socio - culturale. I partecipanti dovranno eseguire l'opera entro il tempo stabilito nel presente regolamento e in un luogo deciso dall'artista partecipante, cimentandosi sul tema prestabilito “SCORCI DI OPI”; nella forma di una esibizione. Sarà un evento artistico diffuso nel Borgo.
  • Art. 1 – INDIZIONE DELL'ESTEMPORANEA
É indetta la PRIMA EDIZIONE NAZIONALE DI PITTURA ESTEMPORANEA “SCORCI DI OPI” - 100 anni del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise (1922-2022), organizzata dalla PRO LOCO DI OPI-APS con il Patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Opi.
  • Art. 2 – CALENDARIO DELLE ATTIVITÀ
La manifestazione si svolgerà nella giornata di Sabato 6 agosto 2022, dalle ore 07.00 alle ore 24.00, e la premiazione avverrà, a conclusione del programma, alle ore 18.30 del giorno stesso.
  • Art. 3 – TEMA E TECNICHE PITTORICHE AMMESSE
Sono ammesse tutte le tecniche pittoriche su tela e il tema sarà ispirato, come da oggetto nel titolo, alla riproduzione dei vari scorci presenti nel Borgo con un occhio rivolto ai cento anni del Parco.
  • Art.4 – MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE
La partecipazione all'Estemporanea è aperta a tutti (anche under 18) e potranno partecipare artisti di ogni provenienza. L'iscrizione avverrà utilizzando il modello allegato, da presentare insieme alla quota di partecipazione di 20,00 Euro come segue:
  • - all’atto dell’iscrizione, presso il punto di registrazione ubicato in Piazza del Monumento ai Caduti;
  • - in alternativa, direttamente alla sede della Pro Loco di Opi-APS, in Via San Giovanni N. 50;
  • - oppure, trasmettendo all'indirizzo mail: prolocopi@tin.it con allegata ricevuta del bonifico bancario intestato alla Pro Loco di Opi-APS (IBAN:IT55Q0832740670000000101659) con causale rimborso spese per l’organizzazione della Pittura Estemporanea SCORCI DI OPI 2022 del 6 Agosto 2022.
  • Art.5 – ATTREZZATURE NECESSARIE
Ogni partecipante può presentare una sola opera della misura massima di cm 60 x 80 priva di cornice. Qualora l'artista consegni l'opera munita di cornice, essa non potrà essere richiesta in restituzione dall'artista. L’autore firmerà l’opera medesima dopo il giudizio della Giuria. I concorrenti dovranno essere muniti, a propria cura e spese, di tutti i mezzi per l’esecuzione dell’opera comprese le tele o i supporti. Si richiede inoltre agli artisti di munirsi, a loro cura e spese, di cavalletto/i utile/i per la successiva esposizione (in autonomia nella realizzazione, allestimento e gestione) anche per l’ANGOLO DELLA PERSONALE).
  • Art.6 – TIMBRATURA DEI SUPPORTI (tele o altro supporto similare)
Ogni artista può realizzare una sola opera, la quale non potrà essere avviata se non dopo la timbratura per convalida, sul retro della tela o altro supporto similare, da parte del Direttore artistico della manifestazione o di suo delegato. La timbratura avverrà presso la Direzione presente nella Piazza del Monumento ai Caduti) e riconoscibile mediante cartello informativo, a partire dalle ore 7.00 del giorno 6 agosto 2022. Gli artisti potranno arrivare in ogni momento della giornata. All’atto della timbratura della tela, o in prossimità delle ore 12.00, verrà consegnato ad ogni partecipante il pranzo al sacco, contenente quanto sufficiente per l’alimentazione dell’intera giornata. Per coloro che arriveranno oltre le ore 11.00 non è garantita, per motivi organizzativi, la consegna del pranzo al sacco.
  • Art.7 – SCELTA DEL POSTO DI PITTURA
Gli artisti hanno libera scelta del punto di osservazione ed esecuzione all’interno del Borgo di Opi. Facendo attenzione a non intralciare il normale transito veicolare. Qualora dovessero allontanarsi dal Borgo, sarà cura personale di ogni artista di custodire la propria opera. I servizi igienici saranno fruibili nella parte centrale del Borgo.
  • Art.8 – CONSEGNA DELL’OPERA
Ai fini della premiazione, ogni artista potrà consegnare per la valutazione della Giuria la sola opera dotata di timbratura. Essa dovrà essere consegnata alla Direzione dell'Estemporanea entro e non oltre le ore 17.30 del giorno 6 agosto, previa apposizione della firma dell’autore sul retro dell’opera stessaLa Direzione prenderà in custodia tutte le opere a concorso fino alla valutazione che avverrà alle ore 18.00 del giorno stesso.
  • Art.9 – VALUTAZIONE DELLE OPERE E PREMIAZIONE
Le opere saranno giudicate da una Giuria riunita in seduta riservata che esprimerà giudizi insindacabili sulle opere. Lo stesso giorno, all’atto della premiazione, saranno rese note le valutazioni motivate.
  • Art.10 – GIURIA E PREMIAZIONE
I nomi dei componenti della giuria saranno resi solo al momento della premiazione, che avrà luogo nello stesso giorno a partire dalle ore 18.30 presso la Piazza del Monumento ai Caduti, alla presenza di autorità locali.
  • Art.11 – ESPOSIZIONE DELLE OPERE FUORI CONCORSO
Ogni artista, a partire dalle ore 17.30 del 6 agosto 2022, potrà provvedere all’allestimento dell'ANGOLO DELLA PERSONALE, nel luogo del Borgo da lui scelto. La mostra, a cura dei singoli artisti, perdurerà fino alle ore 23.30 del giorno stesso.
  • Art.12 - RESPONSABILITÀ
La Direzione, pur garantendo la massima cura per le opere, declina ogni responsabilità per furti o danni di qualsiasi genere che potrebbero verificarsi durante l’esposizione e il ritiro delle stesse da parte degli artisti proprietari, i quali sono tenuti a firmare una liberatoria per accettazione.
  • Art.13 – DIRITTI D'AUTORE - AUTORIZZAZIONE ALLA RIPRODUZIONE E UTILIZZO DELLE IMMAGINI
I concorrenti si impegnano a non pretendere compensi di sorta per la pubblicazione su riviste, giornali, siti web, televisivo delle opere presentate. Ed autorizzano La Pro Loco di Opi-APS all’utilizzo e alla divulgazione, senza pretesa alcuna, di eventuali foto e filmati realizzati durante la manifestazione stessa, a scopo ricreativo. Con la partecipazione all'Estemporanea si intendono accettate tutte le condizioni del Regolamento.
  • Art.14 – PUBBLICAZIONE
A conclusione della manifestazione sarà realizzata una piccola pubblicazione (calendario 2023 o altro.) nel quale saranno inserite le opere premiate, con annesse le biografie degli artisti partecipanti.
  • Art.15 – PREMI
  • 1° classificato: 500€
  • 2° classificato: 400€
  • 3° classificato: 300€
  • 4° classificato (Ex Aequo): 250€
  • 4° classificato (Ex Aequo): 250€
  • 5° classificato (Ex Aequo): 200€
  • 5° classificato (Ex Aequo): 200€
  • 6° classificato: 150€
La Pro Loco di Opi-APS si riserva la facoltà di integrare i premi in ragione delle offerte che perverranno successivamente alla divulgazione del presente regolamento, garantendo il numero e il valore dei premi già dichiarati.
  • La premiazione avverrà, all’aperto, alla presenza delle autorità locali presso la Piazza del Monumento ai Caduti. Sono previsti premi ex - equo. Sono previste menzioni speciali e ulteriori premi, resi noti all’atto della premiazione. A tutti gli iscritti al concorso sarà rilasciato un attestato di partecipazione.
  • Tutti gli artisti potranno esporre le proprie opere presso Piazza dei Caduti, allestendo un proprio “ANGOLO DELLA PERSONALE”, dislocato nelle aree attigue alla Piazza Del Monumento a partire dalle ore 17.30 fino alle 23.30.
  • ART.16 – PAGAMENTO DEI PREMI
I premi in denaro sono offerti direttamente dagli Sponsor a titolo di contributo finalizzato al riconoscimento dei meriti personali e d'incoraggiamento nell'interesse della collettività. I compensi di cui sopra saranno erogati ai sensi all’art 6, punto 1, lettera a) del Decreto del Presidente della Repubblica del 26 ottobre 2001 n°430, di cui si riporta lo stralcio che segue: 1) non si considerano concorsi e operazioni a premio: a) i concorsi indetti per la produzione di opere letterarie, artistiche o scientifiche, nonché per la presentazione di progetti o studi in ambito commerciale o industriale, nei quali il conferimento del premio all'autore dell'opera prescelta ha carattere di corrispettivo di prestazione d'opera o rappresenta il riconoscimento del merito personale o un titolo d'incoraggiamento nell'interesse della collettività.
  • ART.17 – ACCETTAZIONE DEL REGOLAMENTO
L’accettazione del presente Regolamento, e in modo specifico di questo articolo, si esprime attraverso la scheda d’iscrizione all’estemporanea e costituisce ampia liberatoria nei confronti della Pro Loco di Opi - APS. I concorrenti, accettando il presente Regolamento autorizzano, inoltre, la Pro Loco a pubblicare su riviste, giornali, siti web, televisione, ecc. le opere presentate e relativi brevi cenni biografici e si impegnano a riguardo a non pretendere e richiedere compensi di sorta per la pubblicazione.
  • ART.18 – VARIAZIONI DEL REGOLAMENTO
La Pro Loco di Opi - APS si riserva la facoltà di apportare eventuali modifiche migliorative al presente regolamento, esclusivamente a vantaggio dei concorrenti.
  • ART.19 – ESCLUSIONE DAL CONCORSO
A tutti i partecipanti viene richiesto il pieno rispetto del presente Regolamento. L’inosservanza di un qualsiasi articolo in esso contenuto può costituire, a insindacabile giudizio del soggetto organizzatore, motivo di esclusione dalla manifestazione.
  • ART.20 – PRIVACY
I partecipanti, aderendo alle attività della manifestazione, mediante scheda di iscrizione, autorizzano La Pro Loco di Opi-APS a trattare i dati personali forniti (dati anagrafici, dati professionali, dati biografici, etc.) nel rispetto del Regolamento generale europeo per la protezione dei dati personali (GDPR 2016/679) anche ai fini dell’invio di materiale informativo relativo ad iniziative dell'Organizzatore medesimo.
A tutti i partecipanti verrà rilasciato un ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE.
Per informazioni rivolgersi all’Ufficio della Pro Loco di Opi-APS, con sede in Via San Giovanni, 50,
 e-mail prolocopi@tin.it, Tel/Fax 0863.910622 
IL DIRETTORE ARTISTICO PRO LOCO DI OPI-APS Prof. Tonio Di NISIO 
Presidente Geom. Carlo DI ROCCO

Premio Rossetti-Montano | La rassegna musicale e culturale di Corleto Perticara | 18-23 giugno 2024

Premio Rossetti - Montano PREMIO ROSSETTI-MONTANO La rassegna musicale e culturale di Corleto Perticara 📆 18-23 giugno 📍 Corleto Perticara...