lunedì 4 dicembre 2023

Domenica #3dicembre 2023 - #primadomenicadelmese

 Il 3 dicembre 2023 si rinnova l'appuntamento con '#domenicalmuseo', l'iniziativa del ministero della Cultura che consente l'ingresso gratuito, ogni prima domenica del mese, nei musei e nei parchi archeologici statali.

Le visite si svolgeranno nei consueti orari di apertura, con accesso su prenotazione dove previsto.  Per informazioni e per consultare l'elenco completo: https://cultura.gov.it/domenicalmuseo.


domenica 12 novembre 2023

“L’Italia dei Paesaggi Rurali Storici tra Arte, Cultura ed Identità”. 18 novembre 2023, Amalfi

Sabato 18 novembre 2023, presso l’Arsenale della Repubblica di Amalfi, si svolgerà il convegno pubblico “L’Italia dei Paesaggi Rurali Storici tra Arte, Cultura ed Identità”. 

Voce ai territori espressione dell’agricoltura storica ed eroica d’Italia: la più antica delle Repubbliche Marinare ospiterà, infatti, la prima Assemblea nazionale dell’Associazione dei Paesaggi Rurali di Interesse Storico (PRIS), sviluppata in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Amalfi.

L’evento intende sensibilizzare le istituzioni sulle principali sfide, emergenze e minacce che l’agricoltura storica si trova ad affrontare, per reclamare azioni concrete volte al mantenimento, alla tutela e alla promozione di tali patrimoni storici e tradizionali, che vantano un riconoscimento MASAF, a partire dal riconoscimento dell’opera dei custodi e degli artisti di questo tipo di paesaggio agricolo, ovvero gli agricoltori.

Nel corso del convegno, i 25 paesaggi rurali storici del PRIS (accomunati da Nord a Sud dalla presenza di un’attività agricola di tipo tradizionale che da secoli lega cultura e natura), si confronteranno con i decisori politici, manifestando le proprie istanze ed esigenze per salvaguardare territori tanto preziosi, quanto delicati. In contemporanea l’incontro sarà occasione per presentare le buone pratiche e le testimonianze di resilienza, in un’interrelazione armoniosa tra uomo e natura che diventa motore di sviluppo delle economie locali.

L’EVENTO

Tre giorni di eventi, dal 17 al 19 novembre. Un programma articolato che si aprirà il 17 novembre con l’Assemblea dei soci fondatori dell’Associazione PRIS.

  • Sabato 18 novembre si svolgerà l’incontro pubblico, a partire dalle ore 10 con i saluti istituzionali del Sindaco di Amalfi Daniele Milano, cui seguirà la relazione di apertura di Patrizia Carolina Lusi, Presidente Associazione dei Paesaggi Rurali di Interesse Storico (PRIS). 

Momento centrale della mattinata sarà rappresentato dagli interventi di Marco Cerreto, Componente XIII Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati; Nicola Caputo, Assessore all’Agricoltura della Regione Campania, Veronica Barbati, Delegata Federazione  Coldiretti, Stefano Pisani, delegato ANCI e coordinatore nazionale Città Slow.

  • Alle ore 11.30 la prima sessione, che svilupperà il tema “Paesaggi e Pratiche Agricole Tradizionali: un Patrimonio Da Tutelare”. Tra i protagonisti il Prof. Mauro Agnoletti, Presidente Comitato Scientifico Associazione PRIS e Direttore della Cattedra UNESCO “Paesaggi del Patrimonio Agricolo” dell’Università di Firenze; i rappresentanti dei Paesaggi Rurali Storici neo-iscritti al Registro MASAF e le testimonianze dai PRIS. 

Dopo il break lunch, i lavori del secondo panel di discussione riprenderanno nel pomeriggio alle ore 15, con un focus su “Scenari e visioni: appello dalle voci dei PRIS”, con l’esperienza dei vari paesaggi, con una declinazione su olivicoltura, turismo dell’olio, viticoltura storica ed eroica, storie di “ordinaria quotidianità”, educazione alla conoscenza dei prodotti eno-gastronomici di qualità, dieta mediterranea, agroalimentare come elemento di identità e policolture silvo-pastorali.

Infine, per la terza sessione, alle ore 16.45 parola ai produttori, ai veri “artisti” dei Paesaggi Rurali Storici, gli agricoltori, con le testimonianze dai territori, dai limoneti e vigneti su terrazzamento di Amalfi alle esperienze degli oliveti dell’olivicoltura e della pastorizia italiana. Infine, a portare la sua esperienza, anche l’esclusiva presenza dello scultore Andrea Roggi.  Alle 17.15 si aprirà la discussione aperta tra i partecipanti,  con una sessione di domande e risposte, alle 18:00 le conclusioni dei lavori.

IL TOUR

  • Domenica 19 novembre, dalle ore 10.00 alle 13.00 in programma le attività collaterali del PRIS, con l’Omaggio al Limone Costa d’Amalfi IGP: Lemon Tour e Visit Amalfi, destinazione boutique, con visita guidata ai Limoneti Terrazzati, con la partecipazione attiva dei visitatori e degustazione finale. L’attività prevede inoltre delle tappe intermedie lungo il percorso, alla scoperta di alcuni punti di interesse della Città, tra cui il Duomo di Amalfi, il Museo della Bussola e il Museo della Carta (prenotazione obbligatoria).

LA MOSTRA IN ARSENALE DELLA REPUBBLICA.

  • Durante tutta la durata del convegno sarà allestita la mostra “L’Italia dei paesaggi rurali di interesse storico: alla scoperta dei PRIS” che presenta i 25 paesaggi rurali storici che hanno costituito l’Associazione dei Paesaggi Rurali di Interesse Storico (PRIS) nata ad Arezzo il 10 marzo 2023 per promuovere l’agricoltura espressione delle radici culturali intrinsecamente legate al territorio e all’opera dell’uomo, in una prospettiva di tradizione che può guidare la transizione “glocal” sostenibile a livello ambientale, economico e sociale.

KOI NO YOKAN: L’OPERA D’ARTE CHE CELEBRA l’AGRICOLTURA EROICA

Si intitola “Premonizione d’Amore” (in giapponese Koi No Yokan) ed è un'opera con cui Amalfi intende omaggiare l’agricoltura storica ed eroica. Ma più in particolare la doppia anima della Costiera a cui l’antica repubblica marinara dà il nome. Ovvero quelle contadina e marinara che si fondono in binomio inscindibile. Porta la firma del Maestro Andrea Roggi ed è stata allestita all’ingresso della città in occasione della della prima Assemblea nazionale dei Paesaggi Rurali di Interesse Storico. 

Posizionata all’imbocco del Lungomare dei Cavalieri, resterà ad Amalfi fino alla prossima primavera quando è in programma l’installazione di nuove sculture del Maestro Andrea Roggi che daranno vita a una più ampia mostra, in collaborazione con la Galleria Ravagnan di Venezia 


mercoledì 8 novembre 2023

“Lo cunto e lu canto del centro storico di Napoli - 9 novembre 2023 - Associazione Easy tour

Con il tour artistico culturale “Lo cunto e lu canto del centro storico di Napoli”, che si svolge giovedì 9 novembre alle 10.30 (partenza ore 10.30 piazza san Gaetano), l’Associazione Easy tour si presenta alla città. 

Easy Tour - Lu cunto e lu canto del centro di Napoli - Itinerario recitato, cantato e mangiato

Il tour è realizzato con IDN itinerari di Napoli. Luoghi culturali, con le loro leggende e storie, sono le tappe del tour. 
Il percorso è ideato e scritto da Roberta D’Agostino con Mattia Tammaro nei panni del traghettatore e Danilo Rovani attore e cantante che eseguirà i brani di musica napoletana con Francesca Morgante, Pasquale Ruocco, Anthony Della Ragione. 
Un simpatico traghettatore conduce gli spettatori nelle varie tappe mostrando “la sua incredibile sapienza” e un cantante farà compagnia ai visitatori con canzoni tratte dal vasto repertorio di musica e canzoni napoletane. In particolare tutti coloro che vorranno prendere parte al percorso scopriranno storie relative a: san Lorenzo e piazza san Gaetano, la chiesa di santa Maria delle anime al Purgatorio ad Arco, la chiesa di santa Maria della Pietrasanta, port’Alba, via Santa Chiara conclusione in largo Banchi nuovi nella chiesa dei santi Cosmo e Damiano.
Tra risate e musica si giunge all’ultima tappa del tour dove si consuma un menù tipicamente napoletano creato da Murzilllo chic. Mi sono ispirata per il menù – dice Carmela Autiero titolare di Murzillo chic – alla tradizione napoletana. 
Per ogni tour penserò alle pietanze che più si sposano con l’itinerario cercando di restare sempre nel mondo delle cucina napoletana così amata in tutto il mondo. Il cibo è sempre un viaggio alla scoperta del mondo proprio come avviene nei tour che disvelano il patrimonio artistico culturale dei luoghi. 
Il nostro – dicono Giuseppe Caniglia e Massimiliano Sacchetto di Easy tour – è un progetto che si articola in diversi servizi. L’attività principale è l’accoglienza turistica organizzata con postazione mobili nel centro storico con operatori, ben identificabili grazie alla loro divisa colorata, che offriranno supporto ai turisti presenti in città. Si tratta di personale che parla più lingue e preparato nella storia artistica e culturale della città.Un aiuto qualificato per i turisti in visita nella nostra Regione. 
Non solo un servizio di accoglienza ma anche biglietteria per eventi teatri e musei cittadini e per i più importanti trasporti. Abbiamo pensato, inoltre, di sviluppare dei tour, servizio che completa la nostra offerta, a partire da quello del 9 novembre perché è un modo dinamico di fruizione dei luoghi turistici e culturali della nostra città. Per prenotazioni: help@easytour.info

lunedì 6 novembre 2023

#domenicalmuseo | 5 novembre 2023

Cultura, torna #domenicalmuseo: il 5 novembre ingresso gratuito nei musei e nei parchi archeologici statali
Il 5/11 si rinnova l’appuntamento con Domenica al museo, l’iniziativa del Ministero della Cultura che consente l’ingresso gratuito, ogni prima domenica del mese, nei museitaliani e nei parchi archeologici statali. Le visite si svolgeranno nei consueti orari di apertura, con accesso su prenotazione dove previsto.
Per informazioni e per consultare l’elenco completo, visita il sito https://cultura.gov.it/domenicalmuseo
>Nell'immagine: Enrico Prampolini, "Costruzione spaziale–paesaggio", 1919, dal manifesto ufficiale della mostra “Futurismo Italiano. Il contributo del Mezzogiorno agli sviluppi del Movimento”, a Palazzo Lanfranchi, Museo Nazionale di Matera fino al 10 gennaio 2024
  1. Parco archeologico del Colosseo – Colosseo. Anfiteatro Flavio 35.700 (16.688+19.012);
  2. Pantheon 28.256 (15.800+12.456);
  3. Parco archeologico di Pompei – Area archeologica di Pompei 28.068 (13.462+14.606);
  4. Reggia di Caserta 17.540 (7.587+9.953);
  5. Gallerie degli Uffizi – Gli Uffizi 17.491 (8.861+8.630);
  6. Galleria dell’Accademia di Firenze 11.632 (5.700+5.932);
  7. Parco archeologico del Colosseo – Foro Romano e Palatino 11.586 (5.905+5.681);
  8. Museo nazionale di Castel Sant’Angelo e Passetto di Borgo 9.596 (4.381+5.215);
  9. Musei Reali di Torino 9.364 (3.855+5.509);
  10. Gallerie degli Uffizi – Palazzo Pitti 9.146 (2.655+6.491);
  11. Gallerie degli Uffizi – Giardino di Boboli 8.645 (1.374+7.271);
  12. Palazzo Reale di Napoli 8.446 (3.484+4.962);
  13. Museo archeologico nazionale di Napoli 8.350 (3.000+5.350);
  14. Galleria Nazionale d Arte Moderna e Contemporanea 7.258 (2.233+5.025);
  15. Villae – Villa d’Este 7.084 (3.537+3.547);
  16. Terme di Caracalla 6.765 (3.185+3.580);
  17. Castel Sant’Elmo e Museo del Novecento a Napoli 6.621 (3.701+2.920);
  18. Certosa e Museo di San Martino 4.997 (2.988+2.009);
  19. Palazzo Ducale di Mantova 4.935 (1.683+3.252);
  20. Musei del Bargello – Cappelle Medicee 4.856 (2.160 2.696);

Quartieri di Vita. Life infected with social Theatre! - Festival di formazione e teatro sociale

Nel cuore di ogni quartiere, c'è un ricco tessuto di storie ed esperienze che passano attraverso i corpi che li abitano. Il rogetto Quartieri di Vita. Life infected with social Theatre!, il Festival di formazione e teatro sociale organizzato dalla Fondazione Campania dei Festival, dà voce attraverso il teatro alle narrazioni che si intrecciano nei quartieri e celebra le vite delle comunità che in essi risiedono.  Ideato dal direttore artistico Ruggero Cappuccio nel 2016, Quartieri di Vita è dal 2021 ad oggi un progetto internazionale che riunisce artisti europei impegnati nelle arti performative orientate al terzo settore per realizzare, insieme alle associazioni culturali e compagnie teatrali attive in luoghi e contesti di marginalità del territorio campano, diverse residenze creative in contesti sociali vulnerabili. 

Per la sua terza edizione internazionale, Quartieri di Vita pratica ancora una volta l’accessibilità della cultura, coinvolgendo tutte le province e alcune aree periferiche della regione Campania in un progetto di cooperazione territoriale ed europeo che favorirà buone pratiche di dialogo, il confronto e lo scambio creativo tra gli ospiti internazionali e professionisti locali nell’ambito del teatro sociale. 

Nei mesi di novembre e dicembre 2023, 9 artisti provenienti da 8 paesi europei (Repubblica Ceca, Romania, Portogallo, Lituania, Polonia, Germania, Fiandre e Austria) raggiungeranno le province di Napoli, Avellino, Benevento, Salerno e Caserta per co-dirigere insieme a 9 registi campani workshop di formazione teatrale rivolti a 80 destinatari suddivisi in 8 gruppi di lavoro. 

I destinatari avranno così l’occasione di mettere in luce le proprie esperienze e partecipare a tutte le fasi del processo creativo, dalla creazione alla messa in scena, per ampliare l’impatto positivo e tangibile del progetto sulla comunità in termini di crescita, consapevolezza e azione solidale. 

Il progetto dell’edizione 2023 è presentato in partenariato con: il Centro Ceco di Roma, l'Ambasciata del Portogallo a Roma e Camões, I.P.– Instituto da Cooperação e da Língua in Italia, l'Istituto Lituano di Cultura di Roma e il Lithuanian Theater Information Center, l'Istituto Polacco di Roma, il Goethe-Institut di Napoli, con il sostegno dell'Ambasciata della Repubblica Federale di Germania in Italia, la Rappresentanza Generale della Comunità Fiamminga e la Regione delle Fiandre, l'Accademia di Romania a Roma e l’Istituto Culturale Romeno, il Forum Austriaco di Cultura a Roma, con il sostegno della Rappresentanza in Italia della Commissione europea. 

I risultati dei workshop saranno presentati al pubblico in 8 prove aperte, programmate tra il 30 novembre e il 3 dicembre 2023, nei luoghi della regione Campania che hanno ospitato gli artisti durante la fase delle residenze creative in loco. 

L’edizione 2023 è realizzata con il sostegno della Regione Campania in partenariato con i Cluster Eunic – European Union National Institutes for Culture di Roma e Napoli edè dedicata a Italo Calvino, per celebrare il centenario dalla sua nascita. 

Nella giornata del 3 dicembre, sarà inoltre organizzato un incontro pubblico sul tema dell’opera di Calvino, tra gli italiani più tradotti e conosciuti all'estero per opere che esplorano in maniera fantasiosa la natura umana allo scopo di coglierne l’essenza vitale, le dinamiche di interazione tra individui e le reciproche connessioni tra arte, narrazione e comunità. Con questo obiettivo, anche l’incontro ospiterà le voci di tutti gli artisti coinvolti in questa edizione, i quali potranno raccontare le proprie testimonianze di lavoro e partecipare a una riflessione condivisa sull’eredità internazionale di uno dei più grandi letterati del Novecento. 

  • Gli artisti europei che prendono parte all’edizione 2023 sono: 
  • Jana Svobodová (Repubblica Ceca), 
  • Susana C. Gaspar (Portogallo), 
  • Christian Costa (Polonia), 
  • AnisHamdoun (Germania), 
  • Sarah Milena Rendel (Austria), 
  • Oscar Briou (Belgio), ŠarūnėPečiukonytė e KarolinaŽernytė (Lituania)
  • Ioana Toloargă (Romania). 

Le associazioni campane e i partner locali coinvolti sono 

  • F.Pl. Femminile Plurale e le Università Federico II e L’Orientale per la provincia di Napoli, 
  • la Cooperativa Sociale Immaginaria per Benevento,
  • Teenspark e l’Associazione Ali della Mente per Caserta,
  • TraversarteAps/Centro di solidarietà La Tenda per Salerno e Vernice Fresca per Avellino. 

venerdì 6 ottobre 2023

F@mu - Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo - 8 ottobre 2023 - #famigliealmuseo

Domenica 8 ottobre 2023 torna la F@mu - Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo, con un ricco programma di eventi e attività dedicati ai più piccoli e alle loro famiglie. FAMu

 

Il fine dell’iniziativa è quello di stimolare e sviluppare nei bambini e nelle bambine l’interesse verso l’arte e il patrimonio culturale attraverso esperienze che associano gli aspetti ludico-creativi a quelli didattici.

“Apriti museo” è il tema scelto per il 2023 con l’intento di parlare ai bambini di inclusività e di accoglienza. L’edizione di quest’anno vuole inoltre presentare ai musei e alle famiglie un’altra tematica di grande importanza, quella dell’accessibilità museale.

Il Ministero della cultura ha rinnovato, come di consueto, il patrocinio all’iniziativa e sono tanti i luoghi della cultura statali che ospiteranno eventi e attività per tutte le età.

Testimonial d’eccezione è Greg Heffley, il celebre protagonista di Diario di una schiappa, la serie best seller di Jeff Kinney. Greg sarà anche il protagonista del Taccuino F@Mu, la pubblicazione distribuita gratuitamente ai bambini partecipanti alle iniziative che, per la prima volta, sarà redatta in linguaggio Easy to Read: un metodo semplificato, codificato a livello europeo, che consiste nello spiegare concetti e parole in modo che possano essere compresi facilmente da tutti.

Scopri i dettagli dell’evento, i musei aderenti e le modalità di partecipazione su www.famigliealmuseo.com 

Roma, 6 ottobre 2023 Ufficio Stampa e Comunicazione MiC

domenica 17 settembre 2023

Giornate Europee del Patrimonio 2023

  • Parco Archeologico Campi Flegrei Il Parco archeologico dei Campi Flegrei aderisce alle #GiornateEuropeeDelPatrimonio 2023, iniziativa promossa dal Ministero della Cultura e dedicata alla partecipazione al patrimonio culturale estesa a tutti i cittadini. Lo slogan scelto per questa edizione è “Patrimonio InVita”.

    Sabato 23 settembre il Parco ospiterà nei suoi luoghi passeggiate archeologiche e aperture straordinarie serali dei siti.
  • Museo della Dogana dei Grani e Area archeologica dell'Antica Abellinum Nelle due giornate, anche presso il Museo del Palazzo della Dogana dei grani e l'Area archeologica dell'Antica Abellinum, sono previste aperture straordinarie serali (sabato 23 dalle ore 19:00 alle 22:00 e diurne (domenica mattina dalle 9:30 alle 13:30) con possibilità di visite guidate.

  • Archivio di Stato di Latina Apertura straordinaria domenica 24 settembre dalle 09.00 alle 13.00 in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2023, la più estesa e partecipata manifestazione culturale d’Europa, il cui tema di quest'anno è il “Patrimonio InVita”. L'Archivio di Stato di Latina ha per l'occasione organizzato una mostra dal titolo "Sopravvivenze semantiche nella documentazione catastale". Saranno esposti documenti provenienti dai due Stati preunitari che componevano l'attuale territorio della Provincia di Latina, a testimoniare la persistenza nel tempo delle diverse pratiche e della diversa terminologia usate nella descrizione del territorio.

    L'ingresso è libero e non necessita di prenotazione.
  • Astra - Associazione Studi Tradizioni Regionali Abruzzesi  In collaborazione con l’ Archeoclub Cepagatti, domenica 24 la presentazione del libro
Fest’e Fiera” - Calendario illustrato dei Riti Abruzzesi con testi di Adriana Gandolfi e illustrazioni di @micheladilanzo_ per le Radici Edizioni .
Due giornate all’insegna della #tradizioneabruzzese , con laboratori di #tessitura/ #oreficeria/ #tinturanaturale e convegno sulla valorizzazione del #patrimonioarcheologico locale.

Rocca Albornoz-Museo Nazionale del Ducato di Spoleto - Pagina Istituzionale Il prossimo fine settimana si preannuncia ricco di appuntamenti imperdibili!

Sabato 23 settembre in occasione delle 𝐆𝐢𝐨𝐫𝐧𝐚𝐭𝐞 𝐞𝐮𝐫𝐨𝐩𝐞𝐞 𝐝𝐞𝐥 𝐩𝐚𝐭𝐫𝐢𝐦𝐨𝐧𝐢𝐨 𝟐𝟎𝟐𝟑 la #RoccaAlbornoz e il #museonazionaleducatodispoleto resteranno aperti fino alle 𝟐𝟐:𝟏𝟓 (ultimo ingresso alle 21:45). A partire dalle 19:15 il biglietto di ingresso avrà un costo simbolico di 𝟐 𝐞𝐮𝐫𝐨.
✔️si comincia alle ❶❾:⓿⓿ con delle Letture, 𝐎𝐦𝐚𝐠𝐠𝐢𝐨 𝐚𝐥𝐥'𝐚𝐫𝐭𝐢𝐬𝐭𝐚 𝐠𝐫𝐞𝐜𝐚 𝐄𝐥𝐞𝐧𝐢 𝐁𝐨𝐮𝐤𝐨𝐮𝐫𝐚 𝐀𝐥𝐭𝐚𝐦𝐮𝐫𝐚
✔️ si prosegue alle ❷⓿:⓿⓿ con la visita guidata 𝐔𝐧𝐚 𝐬𝐞𝐫𝐚𝐭𝐚 𝐜𝐨𝐧 𝐋𝐮𝐜𝐫𝐞𝐳𝐢𝐚 (costo di partecipazione 5 euro)
✔️ per concludere alle ❷❶:⓿⓿ con il concerto 𝐀𝐧𝐭𝐢𝐜𝐡𝐞 𝐀𝐫𝐢𝐞 𝐞 𝐃𝐚𝐧𝐳𝐞 di 𝘚𝘱𝘰𝘭𝘦𝘵𝘰 𝘈𝘳𝘤𝘩𝘪 𝘌𝘯𝘴𝘦𝘮𝘣𝘭𝘦
📌Domenica 24 settembre alle ore ❶❶:⓿⓿ vi aspettiamo per il laboratorio creativo 𝐍𝐞𝐢 𝐩𝐚𝐧𝐧𝐢 𝐝𝐢 𝐋𝐮𝐜𝐫𝐞𝐳𝐢𝐚 (costo di partecipazione 5 euro a bambino)

  • ORTO DEGLI AGHI  Sabato 23 settembre 2023 ore 15.00 – 19.00 


    Sezione di Archivio di Stato di Assisi
    La Sezione di Archivio di Stato di Assisi propone una mostra documentaria intesa a far conoscere la lavorazione della lana nel territorio assisiate, in particolare dei drappi.
    I documenti esposti raccontano, tra l’altro, come ad Assisi, in via Ceppo della Catena n. 30, esisteva già̀ nel 1800 una “fabbrica di drappi di lana d’ogni genere” che impiegava dodici lavoranti, dove si produceva il panno di lana, di vari tipi e vari colori, grazie alla forza idraulica che muoveva le macchine.
    Dopo la soppressione dei beni ecclesiastici del 1860, la Congregazione di Carità̀ di Assisi pensa bene di collocare le macchine dei lanifici degli ex conventi di San Damiano e di Santa Maria degli Angeli in adatto locale entro questa città e di fondare una casa di ricovero e di lavoro per gli orfani di sesso maschile, progetto che purtroppo non verrà̀ mai alla luce.
    I documenti selezionati narrano dunque la storia di questa importante produzione, dell’impegno dei lavoratori appartenenti soprattutto alle famiglie contadine senza i quali sarebbe stato impossibile conoscere da vicino la storia della manifattura della lana che ha scandito la vita quotidiana di gente umile; ancora una volta i documenti d’archivio, che sono sempre lo specchio reale del passato, ci avvicinano ad un mondo che altrimenti rimarrebbe per lo più̀ sconosciuto.
    L’iniziativa è inserita nel Calendario degli eventi legati alla Celebrazione per il Bicentenario della Fabbrica degli aghi e spilli attiva in Assisi dal 1822, testimonianza storica della prima Rivoluzione industriale in Umbria, memoria storica di un’esperienza di lavoro femminile dove le pari opportunità erano ai primi albori.

📅 Mostra visitabile fino al 6 ottobre
martedì e giovedì: 8.30-17.00
mercoledì e venerdì: 8.30-13.30
Per info:
as-pg.assisi@cultura.gov.it
075/815214
  • Archivio di Stato di Modena In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2023 sul tema “Patrimonio InVita”, l'Archivio di Stato di Modena attraverso la viva voce dei suoi documenti racconta un nuovo viaggio alla scoperta della "parola": in programma una apertura straordinaria sabato 23 settembre dalle ore 10 alle ore 12,30 e una visita guidata alle ore 11 alla mostra "Parole, soltanto parole. Lingua, scrittura e modelli di comunicazione nelle carte dell'Archivio di Stato di Modena". 
    Nella mostra documentaria curata da Alberto Attolini, Miles Nerini, Alberto Palladini, Riccardo Pallotti, con il coordinamento di Lorenza Iannacci, la parola funge da filo conduttore di questo percorso espositivo incentrato su fonti diplomatiche, narrative e letterarie provenienti dagli archivi di Casa d'Este, con focus sui secoli dell'Età moderna. Nucleo centrale della mostra saranno testi narrativi, fra cui diari di viaggio settecenteschi, e scritti di sovrani e ambasciatori. Le loro parole, esprimendo tutta la potenza e l'epica del racconto, arrivano a essere tanto icastiche quanto alle antiche mappe estensi incluse nel percorso di mostra. I carteggi della diplomazia, unitamente a fonti letterarie come le orazioni ai duchi, offrono inoltre modelli di comunicazione politica relativi ai secoli dell'Antico regime. In tale ambito la mostra dedicherà ampio rilievo a dispacci cifrati del Cinquecento e a lettere di principi tradotte in diverse lingue e alfabeti (ad esempio dal latino al cirillico), che ben esemplificano l'uso della parola quale “segno”. Alla “parola visione” e alla “parola segno” si accompagnerà poi la “parola destino” formulata dai giudici dell'Inquisizione modenese, le cui sentenze chiuderanno il percorso espositivo. Carteggi politico-diplomatici, fonti narrative e letterarie, formulari notarili e atti giudiziari forniranno quindi spunti di riflessione sui diversi usi linguistici, sul rapporto scritto-parlato, e, più in generale, sulla storia della lingua. Il percorso si concluderà con le lettere di due famosi pittori al servizio della corte dei Duchi, che si collegano alla mostra allestita presso le Gallerie Estensi, “Parola d’ordine”.
    👉 Ingresso gratuito. Per la visita guidata non occorre prenotazione.
     

  • Piccolo museo Occhi a candela e Antica biblioteca scolastica GEP 2023, Il Piccolo museo Occhi a candela e Antica biblioteca scolastica C'È

    La nostra inziativa é stata inserita nel programma del Ministero della Cultura ed a cura della Direzione regionale musei Molise.
    SABATO 23 e DOMENICA 24 settembre ci saranno le #GiornateEuropeedelPatrimonio2023. Si tratta della più estesa e partecipata manifestazione culturale d’Europa voluta dal Consiglio d'Europa. Il tema di quest'anno è “Patrimonio InVita” , i valori culturali, le tradizioni, le pratiche e i modi di vivere; le varie forme di conoscenza ereditate dalle generazioni passate e ancora oggi utilizzate per comprendere il presente e per modellare il futuro.
  • Soprintendenza Archeologia Belle Arti Paesaggio Etruria Meridionale • Sabato 23/09/23 dalle ore 19:00 alla mostra archeologica allestita presso le Case Grifoni, nel centro storico medievale di Cerveteri. L'esposizione raccoglie oggetti trafugati dai clandestini nel secolo scorso e, attraverso le vie del mercato nero delle opere d'arte, giunti nelle collezioni private e musei di tutto il mondo. Grazie all'opera dei Carabinieri della Tutela del Patrimonio Culturale, a quella del Ministero della Cultura e all'Avvocatura dello Stato questi reperti sono finalmente tornati nei luoghi di appartenenza, contribuendo a ricostruire importanti frammenti della storia locale.

    • Domenica 24/09/23 alle ore 11:00 con appuntamento al parcheggio della Necropoli della Banditaccia (P.le Mario Moretti – 00052 Cerveteri) apriremo un'area archeologica normalmente non accessibile al pubblico, quella dei Grandi Tumuli orientalizzanti. Le visite guidate aiuteranno i partecipanti a comprendere meglio la storia della città di Caere nel suo momento di massimo splendore (VII – VI sec. a.C.), quando questa città dialogava commercialmente e culturalmente con tutti i maggiori centri del Mediterraneo antico. Saranno visitabili le Tombe dei Leoni Dipinti, Scudi e Sedie, Animali Dipinti e Tegola Dipinta.
  • Città metropolitana di Bologna Sabato 23 e domenica 24 settembre, musei, spazi espositivi e luoghi della cultura di Bologna e area metropolitana si animano con 𝐨𝐥𝐭𝐫𝐞 𝟖𝟎 𝐚𝐩𝐩𝐮𝐧𝐭𝐚𝐦𝐞𝐧𝐭𝐢 tra percorsi guidati, laboratori per bambine e bambini, iniziative per famiglie e attività speciali!

Appuntamenti d’arte in occasione delle 𝐆𝐢𝐨𝐫𝐧𝐚𝐭𝐞 𝐄𝐮𝐫𝐨𝐩𝐞𝐞 𝐝𝐞𝐥 𝐏𝐚𝐭𝐫𝐢𝐦𝐨𝐧𝐢𝐨 𝟐𝟎𝟐𝟑!
𝐒𝐚𝐛𝐚𝐭𝐨 𝟐𝟑 𝐬𝐞𝐭𝐭𝐞𝐦𝐛𝐫𝐞 i nostri musei saranno aperti fino alle 23.00!

Inoltre, tra le ore 20.00 e le ore 23.00, per tutti i visitatori sarà possibile accedere alle sedi e alle mostre con un 𝐛𝐢𝐠𝐥𝐢𝐞𝐭𝐭𝐨 𝐫𝐢𝐝𝐨𝐭𝐭𝐨 𝐚 €𝟏.

Immergiti nella Bologna antica con i Virtual Tour di 𝐁𝐚𝐜𝐤 𝐭𝐨 𝐁𝐨, 𝐛𝐢𝐠𝐥𝐢𝐞𝐭𝐭𝐨 𝐫𝐢𝐝𝐨𝐭𝐭𝐨 𝐚 𝟒€

Ti aspettiamo a Palazzo Pepoli, a Palazzo Fava, in Santa Maria della Vita e in San Colombano con tante interessanti iniziative per bambini e adulti

Premio Rossetti-Montano | La rassegna musicale e culturale di Corleto Perticara | 18-23 giugno 2024

Premio Rossetti - Montano PREMIO ROSSETTI-MONTANO La rassegna musicale e culturale di Corleto Perticara 📆 18-23 giugno 📍 Corleto Perticara...